x

x

Di Bartolo 7,5: se nel primo tempo lo scarto è quantomeno dignitoso, è tutto dovuto ai suoi interventi più simili a miracoli che parate. A turno ci provano tutti, ma gli unici a scalfire il muro eretto dall'estremo difensore sono Esposito e Stankovic, gli altri devono tutti fare i conti coi suoi guantoni. Non cambia il registro nella ripresa, le sue parate mostruose sono una costante.

Guessand 6: nonostante le sbavature e gli errori non da lui, sarebbe ingeneroso non premiare la pericolosità sulle palle inattive e i classici recuperi di agonismo e forza fisica.

Abankwah 6: alla prima nota stonata subisce la stoccata di Esposito. Nell'uno contro uno è granitico, ma mostra lacune nelle ripartenze.

Centis 7: cestina l'occasione per rientrare in partita, ma nella ripresa innalza l'intensità tecnica e trova le giocate che mancavano per accendere la proposta friulana. I suoi calci piazzati sono garanzia di pericolosità.

Castagnaviz 6: prestazione di sostanza, con qualche errore di misura e poca presenza negli ultimi metri del campo. Dall'88' Bozza S.V.

Ulineia 5,5: mangiato dalla fisicità dei centrali nerazzurri, cerca ossigeno e palloni giocabili spostando il suo raggio offensivo sull'out di sinistra. Per sua sfortuna, lì c'è un certo Zanotti, che lo annulla per ampi tratti della partita.

Iob 6,5: ottimo secondo tempo a bilanciare una prima frazione opaca. Nella ripresa riescono le giocate che nel primo tempo non arrivavano. Dal 79' Scaramelli S.V.

Semedo 5: cancellato completamente dal campo dalla presenza fisica della retroguardia avversaria, non si scuote neanche nella ripresa.

Zunec 5,5: tiene con diligenza la posizione, ma ha troppa frenesia nella costruzione e perde palloni sanguinosi a pochi passi dalla propria area. Prestazione confusa, con poca fiducia e convinzione. Dal 45' Russo 6: entra con foga agonistica, ma la fiamma si affievolisce con il passare dei minuti, facendo esaurire la sua pericolosità.

Abdalla 5,5: la sfida di oggi gli piazza davanti l'avversario più scomodo da dover gestire; il duello con Owusu infatti infiamma la catena di sinistra, con il terzino che prova come può ad arginare l'esuberanza atletica del 30, spesso andando in difficoltà. 

Pejicic 5,5: prova a regalare sprazzi del suo talento infinito, ma trova poco sostegno dai compagni e poca continuità nelle giocate. Dal 65' De Crescenzo 5,5: impalpabile dal momento del suo ingresso, non riesce a mettere cattiveria nell'attacco alla porta.

Roma, Pisilli e una storia d'amore a tinte giallorosse
Primavera 1, Frosinone-Hellas Verona: 1-1: tutto in un 1', buon punto per entrambe le squadre

Stai usando AdBlock!

MondoPrimavera.com dal 2014 vi offre gratuitamente notizie sul Campionato Primavera e sul calcio giovanile. Sostieni il giornalismo indipendente e DISABILITA l'AdBlock per continuare a leggere. Grazie

'; document.body.appendChild(ablklrt); // var _style = document.createElement("style"); _style.appendChild(document.createTextNode("")); // webkit document.head.appendChild(_style); _style.sheet.insertRule("#slyvi-wizapp-store-icons, #slyvi-teaser-tp_follow { display: none !important; }"); } if(typeof ga !== "undefined"){ ga("send","event","Blocking Ads",awjlJPnQbmYZ,{"nonInteraction":1}); } else if(typeof _gaq !== "undefined"){ _gaq.push(["_trackEvent","Blocking Ads",awjlJPnQbmYZ,undefined,undefined,true]); } if(typeof _paq !== "undefined"){ _paq.push(["trackEvent","Blocking Ads",awjlJPnQbmYZ]); }