x

x

Storie di Primavera

ILIEV 6: A momenti para il rigore battuto (male) da Pagano, i migliori tentativi della Roma si sbattono sui legni.

ZALLU 5,5: Condanna Palomba ad un fallo da rigore con un retropassaggio delittuoso, poi si riprende.

PALOMBA 5,5: Majchrzak gli reca più di qualche fastidio, compreso il rigore che concede commettendo fallo sul polacco.

PINTUS 6: Salva un tiro a botta sicura di Pagano che avrebbe potuto portare il vantaggio giallorosso prima, senza Veroli viene chiamato in causa, ma non delude.

IDRISSI 6: Non soffre mai le pene dell'inferno sulla sua fascia e, visti i dirimpettai, non è poco.

CADDEO 5,5: Graziato di un giallo, non entra mai in partita (dal 61' SULEV 6, più presente e vivo nell'arco finale del match rispetto al suo compagno).

CARBONI 6: Concreto, dà equilibrio senza lasciare spazio per vie centrali (dall'86' CONTI SV).

CAVUOTI 7: Primo tempo da signore del centrocampo, acuti di livello e gol sfiorato, cala alla distanza.

DEL PUPO 6,5: Svaria sulla trequarti per fornire palloni utili alle punte e cucire i gioco (dall'86' PULINA SV).

KONATE 7: Cinico e opportunista, in una gara con pochi palloni toccati chiude con un gol e un assist. La carta di identità è incoraggiante, eccome.

GRIGER 6,5: Opportunista, sfrutta l'unico errore della retroguardia giallorossa quando è in campo e con la deviazione di Vetkal trova la gioia personale, la settima della sua stagione (dal 61' VINCIGUERRA 6,5, scombina i capelli alla difesa e crea diverse chance, ma ne ha una fallita che non regala i tre punti ai suoi).

Roma, Pisilli e una storia d'amore a tinte giallorosse
Frosinone, presente Fabio Grosso sugli spalti del Ferentino