Genoa

Genoa-Cagliari, le pagelle del Grifone: Serpe fa la voce grossa, Kallon non brilla

Le pagelle della squadra di Chiappino

Claudio Fiori
02.05.2021 15:03

Agostino 6.5: Compie un paio di interventi degni di nota, mezzo punto in meno per l’infarto procurato ai suoi nel tentativo di dribbling ai danni di Masala.

Dellepiane 6.5: Spinge tanto e, soprattutto nel primo tempo, mette in difficoltà i terzini avversari proponendosi in avanti da entrambi i lati.

Zaccone 5.5: Più preoccupato a difendere rispetto a Dellepiane, soffre la rapidità di Masala e Luvumbo quando spingono dalle sue parti (dal 63' Boci 6: buon impatto con la gara, dà ossigeno ai suoi in un momento di apnea). 

Gjini 6.5: Prova solida per il centrale rossoblù, che bada al sodo e aiuta la squadra a tornare a casa con la porta inviolata. 

Serpe 7: Migliore in campo tra i suoi, tiene botta su Luvumbo nonostante la differenza di passo e si mette in mostra con lanci precisi.

Dumbravanu 6.5: Solido in fase difensiva, prova a sorprendere Ciocci un paio di volte ma non trova il guizzo giusto.

Eyango 6: Si mette in mostra a folate, ha un buon guizzo a fine primo tempo ma ogni tanto risulta assente (dal 80’ Turchet sv). 

Sadiku 6: Pasticcia dopo pochi secondi e prende subito un giallo pesante, poi alza subito l’asticella ed è intelligente nel non rischiare mai di finire anzitempo sotto la doccia (dal 80’ Cenci sv).

Della Pietra 6.5: Pericolo costante quando si trova all’interno dell’area avversaria, perde il duello personale contro Ciocci più per la bravura dell’avversario che per demeriti suoi (dal 63' Estrella Galeazzi 5.5: Fa a sportellate con i mastini isolani ma c’è poca sostanza).

Besaggio 6.5: Si mette in evidenza al primo tempo con una serie di accelerazioni importanti palla al piede, prova fino all’ultimo a sbloccare la gara.

Kallon 5.5: Gara opaca per la giovane stella del Grifone, accende la luca a intermittenza e si divora un gol a pochi passi da Ciocci.

Primavera 3, le classifiche dei sette gironi
Genoa-Cagliari, le pagelle degli isolani: Ciocci è super, Conti in ombra