Nazionali Giovanili

Verso Olanda-Italia, Euro U17: chi sono gli avversari degli azzurrini

La presentazione degli Oranje U17

Con i fantasmi del passato da sconfiggere, l'Italia di Bernardi Corradi scende in campo domani in Israele per giocarsi i quarti di finale di Euro U17 contro l'Olanda. Sarà gara vera per gli azzurrini, che dovranno sconfiggere la capolista del girone B composto da Bulgaria, Polonia e Francia, una squadra reduce da tre vittorie in altrettante partite della competizione. Ma dopo le finali perse dai 2001 e 2002 è ora che la generazione dei 2005 superi l'ostacolo Oranje dopo un raggruppamento caratterizzato dal rendimento a fasi alterne.

Euro U17, gli azzurrini contro i fantasmi dei 2001 e 2002

Le radici del Totaalvoetbal

Dirige l'orchestra il ct Misha Visser, al terzo anno sulla panchina degli Orange U17 dopo le esperienze in U16 e U18, con un passato da allenatore anche nelle giovanili del Groningen. Visser trasporta sul campo ai suoi ragazzi la filosofia del calcio olandese che ha trasformato completamente il mondo dagli anni ‘70 in poi: una retroguardia a 4 con due centrali abili nel giocare il pallone con i piedi, due terzini in grado di sostenere d’attacco al fianco delle ali a piede invertito con gol e assist nelle gambe. Il centrocampo segue il modello Ajax di ten Hag, con due mediani completi per entrambi le fasi e un incursore alla Donny van de Beek in grado di fungere da guastatore vicino alla punta centrale. Cambiano nomi e periodi, ma non i metodi di lavoro: 9 undicesimi della formazione titolare proviene dai settori giovanili di Ajax, Feyenoord e PSV.

Un “italiano” dietro 

A proteggere i pali c'è Tristan Kuijtsen, scuola Almere City (come Ryan Flamingo del Sassuolo) ma nel settore giovanile dell'Az Alkmaar. Protegge i pali della selezione U18, ma vanta delle convocazioni con la seconda squadra dell'Az, dato che in Olanda non esiste la classica U19 stile Primavera del nostro calcio. Ha assaggiato l'aria del professionismo anche Thijmen Blokzijl, centrale difensivo del Groningen che vanta convocazioni in Eredivisie e 19 presenze stagionali con ben 3 selezioni giovanili dei biancoverdi. Rainey Breinburg ha collezionato 22 presenze quest'anno con l'Academy del Feyenoord, terzino sinistro con origini del Suriname come il capitano della nazionale maggiore olandese, Virgil van Dijk. Ma la vera chicca è il leader assoluto della difesa, Dean Hujsen della Juventus, rigorista degli Oranje U17 con già due gol nella competizione contro Polonia e Francia. Nato ad Amsterdam e in possesso di un passaporto spagnolo, ha giocato per 7 anni al Malaga, per poi sbarcare all'ombra della Mole la scorsa estate. Paragonato spesso a Mathjis de Ligt per la stazza fisica e il capello biondo, Huijsen conta 7 gol con la Juventus U17 in campionato.

Il triangolo in mezzo al campo

Silvano Vos, maglia numero 14 (non una qulsiasi), è l'equilibratore a centrocampo. Anche lui con origini del Suriname, anche lui nato ad Amsterdam, gioca con lo Jong Ajax, la seconda squadra dei lancieri. Titolare fisso nella campagna di Youth League, Vos ha firmato prolungato il contratto che lo legherà al club della Johan Cruijff Arena fino al 2024 dopo 24 presenze in tutte le competizioni. A fianco a lui ecco Tim van den Heuvel, nemico sportivo con i club di Vos in quanto centrocampista del PSV Eindhoven. Mancino di 185 cm, anche lui ha firmato un contratto a scadenza 2024 con il club della Philipps. Numero 10 e tuttocampista della squadra Gabriel Misehouy, sempre dell'Ajax: a segno nella prima gara contro la Bulgaria, sta seguendo lo stesso percorso di Vos tra Youth League e seconda squadra, in una stagione dove ha segnato 6 gol sparsi in 5 competizioni, sempre da sotto età.

Fantasia e killer instinct

Gioca nella fascia opposta di Breinburg l'ala destra di Visser, Jaden Slory, ma come il terzino mancino è di proprietà del Feyenoord con origini del Suriname. Rispetto al compagno però, vanta 9 gol in stagione conditi da due assist con le giovanili del club di Rotterdam. Non è da meno il capitano Isaac Babadi del PSV, con 8 gol e 8 assist all'attivo in stagione e 4 presenze da pro con la seconda squadra. Babadi dialoga e si trova alla perfezione con Jason van Duiven, suo compagno del PSV e bomber vero e proprio degli Oranje: 23 gol in 26 presenze stagionali, a segno anche nel match di apertura contro la Bulgaria

[FOCUS] - Giovani tra giovani, Atalanta: Shakur Omar
Atalanta-Juventus, Cittadini out nel riscaldamento: cosa è successo