Roma

[FOCUS] – Roma, la freccia tricolore si chiama Cherubini

Ai raggi X l'esterno d'attacco di mister Guidi, uno dei pilastri di questa Roma Primavera

Nonostante il cambio di guida a inizio anno la Roma ha continuato il suo percorso di crescita nel campionato Primavera 1, evitando di stravolgere troppo la rosa e valorizzando quei giocatori che lo scorso anno si erano fatti notare per le ottime prestazioni. Uno di questi è senza dubbio Luigi Cherubini, esterno d’attacco di mister Guidi che all’occorrenza ricopre tutte le zone alle spalle della prima punta.

ERRORE DI PERCORSO

Luigi Cherubini nasce a Tivoli il 15 gennaio del 2004 e muove i suoi primi passi nella scuola calcio del Guidonia. Il passo successivo è molto breve, in quanto entra nelle giovanili della Roma all’età di nove anni. Durante la sua scalata delle Under giallorosse avviene però un errore di percorso; Luigi viene cercato dalla Lazio e, per cercare più spazio, si trasferisce in biancoceleste, favorito anche dalla durata del contratto annuale. Il dietrofront avviene praticamente in tempo zero, in quanto dopo un solo anno con la squadra di Lotito torna a vestire i colori tanto amati, quelli della Lupa. L’esterno classe 2004 non rimpiangerà quella scelta, portando a casa lo scudetto Under 17 e giocando sotto età nella formazione Under 18. 

LA CANTERA GIALLOROSSA

La scorsa stagione Luigi viene integrato da mister De Rossi nella rosa della formazione Primavera ma non trova spazio fin da subito; la successiva scelta di Mourinho di promuovere in prima squadra Felix Afena-Gyan gli spalanca le porte nella formazione Under 19, dove si ritaglia un ruolo importante, prima da seconda punta e poi nel suo ruolo originale, ala sinistra. Bottino finale? 31 presenze con 7 gol e 5 assist e uno scudetto sfiorato in finale playoff contro l’Inter di Chivu. La stagione in corso comincia con una novità, mister De Rossi non sarà piu’ la guida della Roma Primavera, al suo posto c’è Federico Guidi, tecnico in uscita dal Teramo, fallito qualche mese dopo. La storia non cambia, il padrone di quella fascia rimane Cherubini, con Cassano ad agire sulla destra e Satriano a completare il tridente d’attacco. Nelle partite giocate finora Luigi è sempre risultato uno dei migliori in campo, anche non entrando spesso nel tabellino dei marcatori. Lo score attuale recita 11 presenze condite da 3 gol e 2 assist, di cui 2 arrivati nella strepitosa prestazione contro la Juventus.

CARATTERISTICHE FISICHE E TECNICHE

Come già detto in precedenza Luigi predilige l’esterno dell’attacco come ruolo, ma è in grado di ricoprire tutte le posizioni di rifinitura dietro la punta di riferimento. Cherubini ha un’ottima forza, velocità e fiuto del gol, inoltre ha dimostrato di saper superare l’avversario nell’1 contro 1 e creare superiorità numerica in fase offensiva. Le sue capacità di adattamento gli hanno permesso di bruciare le tappe in ogni categoria e chissà che quest’anno non tocchi anche a lui esordire con la prima squadra. Mourinho intanto strizza l’occhio al collega Guidi…

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 15^ giornata: salgono Haj e Basso Ricci nel girone A, come Saponara e Matteoli nel girone B
[FOCUS]- L.R. Vicenza, no Mancini, no problem: il futuro è di Filippo Alessio
Luca Bergantini
!