Pescara

Pescara-Lazio, le pagelle degli abruzzesi: Mercado scatenato, Sorrentino errore decisivo

Pescara-Lazio: le pagelle della formazione abruzzese

01.02.2020 17:30

VUOI ACQUISTARE L'ALMANACCO DE 'LA GIOVANE ITALIA'? SCOPRI COME!

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Sorrentino 5: il portiere pescarese avrebbe giocato un’ottima partita, con molti interventi decisivi. Avrebbe, se non fosse per l’errore che ha portato al 2-0 della Lazio quando si è fatto sfuggire dalle mani il pallone colpito di testa da Nimmermeeer.

Quacquarelli 6: del trio difensivo è certamente il giocatore più convincente, sbrogliando qualche situazione pericolosa nel confronto con l’ispirato attacco laziale. (dal 61’ Tringali 6: gioca bene nell’ultima mezz’ora)

Manè 5,5: la precisione non è stata la qualità migliore del centrale difensivo nella gara di oggi. Diversi errori da parte sua nel momento in cui provava a far ripartire l’azione.

Marafini 5: partita da dimenticare per il difensore pescarese. Si fa sfuggire Moro in occasione del vantaggio laziale e devia in porta la conclusione di Armini.

Martella 6,5: dopo un primo tempo piuttosto timido, nella ripresa sale in cattedra risultando uno dei migliori nelle file del Pescara. Continue le sue discese sulla destra e sempre insidiosi i suoi cross per le punte.

Camilleri 5,5: soffre nel confronto con i centrocampisti avversari. Insufficiente la sua prova sia sul piano del recupero palla che in fase di costruzione. (dall’83’ De Marzo sv)

Diambo 7: nel primo tempo è uno dei peggiori in campo nel Pescara, ma nella ripresa è tutta un’altra musica. Segna due gol che tengono vive le speranze pescaresi di agguantare almeno il pareggio.

Diallo 6: sfiora il gol ad inizio ripresa, quando un suo colpo di testa viene letteralmente tolto dalla porta da Alia. Per il resto, prova senza grossi squilli.

Pavone 6: svaria su tutto il fronte offensivo, ma raramente riesce a creare pericoli dalle parti di Alia. Meglio nei secondi quarantacinque minuti.

Mercado 7: decisamente il migliore in campo. Risulta il regista offensivo della squadra agendo tra le linee e orchestrando tutte le manovre pescaresi. Il primo gol di Diambo nasce da un suo delizioso pallonetto con cui aveva superato Alia. (dall’82’ Tamburello sv)

Blanuta 5,5: primo tempo decisamente in ombra per lui, che non riesce mai a rendersi pericoloso. Non rientra ad inizio ripresa (dal 46’ Chiarella 5,5: non aumenta la pericolosità offensiva del Pescara come sperato)

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 20^ giornata: Buso accorcia nel 2A, nel B Sueva sale in vetta
[FINALE] Primavera 2A, Milan-Cittadella 7-3: rossoneri a valanga ancora una volta