x

x

Foto: Martina Cutrona
Foto: Martina Cutrona

Una Roma per 60 assoluta padrona del campo, poi il black-out e un finale pieno di colpi di scena: Juventus-Roma si può riassumere così. Allo Juventus Center di Vinovo la Roma si porta sul doppio vantaggio grazie alle reti di Keramitsis, abile a ribadire in rete un tiro di Cherubini parato, e Romano che in area è stato letale dopo la sponda aere di Pisilli. Poi proprio i due marcatori vengono sostituiti, il greco per infortunio e lo svizzero perchè ammonito e da lì la Roma cala tanto mentre la Juve sfrutta la buona verve dei cambi. Così la ribalta con Florea, Scienza e Mancini. Nel finale ci pensa D'Alessio a dare almeno 1 punto ai giallorossi, dopo un servizio di Misitano e successivo velo di Graziani. Al triplice fischio è 3-3. Di seguito le pagelle:

Keramitsis trova il gol, Oliveras black-out pericolosi

Marin 6: si mette in mostra con un paio di interventi non banali, sui gol subiti non ha particolari responsabilità.

Mannini 6: come ormai abitudine gioca quasi a tutto campo, facendosi vedere sia esternamente sulla corsia che dentro al campo: partecipativo e attivo. Buona prova.

Keramitsis 6.5: abbastanza solido dietro e pungente davanti con il gol, sorprendente come la tenuta fisica lo abbia costretto al cambio verso il 66'. Probabilmente a causa di inusuali crampi per un giocatore in piena attività da mesi. (Dal 68' Chesti 5.5: negli ultimi 20 minuti è la Juventus che manda in affanno la fase difensiva giallorossa)

Golic 5.5: un giocatore con la sua mole se non gioca con continuità risulta un filo arrugginito, nel primo gol bianconero Mancini svetta proprio vicino a lui.

Oliveras 5.5: il suo limite trova manifesto in un duello di gioco banalmente perso nella ripresa dove Mancini prende poi il palo. Le qualità tecniche vanno di pari passo a una sufficienza in certe situazioni che sarà problematica nel calcio dei grandi. 

Roma Pagelle

Gli interni brillano finché durano, Romano indispensabile 

Pagano 6.5: per 60 minuti entrambi gli interni sono 7 da pieno per capacità di dominare la Juventus sotto tutti i punti di vista, per lui anche una traversa su pregevole scambio con Pisilli. Poi entrambi calano e la Juventus rientra in partita. (Dal 79' Graziani s.v.)

Romano 6.5: regia ordinata e solida con qualche spunto qualitativo quando entra in scena, a ciò aggiunge la sua seconda rete in campionato. Uscito lui, la Roma ha perso ordine in campo. Ormai indispensabile. (Dal 59' Vetkal 5: si sente troppo il cambio in regia, la “fortezza” della Roma inizia a crollare e costruire poco)

Pisilli 6.5: stesso discorso fatto per Pagano, finché mentalmente e fisicamente durano, allora dominano. Per Pisilli anche l'assist per il gol di Romano. Nel finale meno brillantezza. 

Cherubini ci prova, Alessio schermato

Marazzotti 5.5: inizia con intraprendenza mettendo un bel pallone in mezzo, pian piano si eclissa risultando poco incisivo nel corso della gara. (Dal 79' D'Alessio 6.5 Realizza il gol di un provvidenziale pareggio in un match che, se perso, avrebbe fatto molto male)

Alessio 5.5: un po' fuori dal gioco, prova a rifarsi nel vincere qualche duello corpo a corpo, ma oggi è l'ex compagno Mancini a prendersi la scena nel confronto tra ex bomber del Vicenza. (Dal 59' Misitano 6 Entra nell'azione del gol ma anche per lui è giornata difficile contro la difesa bianconera)

Cherubini 6: ogni tanto va troppo alla ricerca della giocata ad effetto tra tanti tiri dalla distanza e qualche preziosismo, ma trova sempre anche il modo per incidere con il suo estro. Dal suo tiro nasce il gol di Keramitsis. 

Camarda, è ufficiale: ecco il primo contratto con il Milan. I dettagli
Luna e Selvini top, Cichero entra e segna: le pagelle del Frosinone