Nazionali Giovanili

Italia Under 21, gli azzurrini in partenza alla volta della Slovenia

Mercoledì sera inizia il gironcino

Simone Moretto
22.03.2021 20:08

Si è svolta in mattinata, al Centro Di Preparazione Olimpica di Tirrenia, l'ultima sessione d'allenamento per i giovani azzurrini di mister Nicolato che ha visto tutti i 23 presenti convocati; presente anche Lorenzo Colombo, subentrato al posto di Andrea Pinamonti: il classe '99 ha dovuto rinunciare alla convocazione causa provvedimenti presi dall'ATS di Milano dopo i numerosi casi di positività al coronavirus riscontrati in casa Inter.

Sono carichi i ragazzi di Nicolato e vogliono subito cominciare a sognare. L'appuntamento è fissato: mercoledì sera, alle 18, va in scena Repubblica Ceca-Italia con una Arena Petrol che proverà a farle da palcoscenico, anche se vuota. A Maribor, sabato 27, ci aspetta poi la Spagna di Brahim Dìaz e compagni. Ultima ma non meno importante, sempre alle 21 e sempre allo Stadion Ljudski vrt di Maribor, sarà il turno della Slovenia padrone di casa del torneo. Tre partite che di facile hanno ben poco, ma che possono regalare grandi soddisfazioni e soprattutto possono valere il lasciapassare per le Final Eight in programma a giugno in Ungheria e Slovenia, in un format tutto nuovo di questi campionati europei. Queste le parole di Paolo Nicolato a due giorni dal primo match contro i cechi:

“Un girone complesso. Considerato che la Spagna si qualificherà quasi di sicuro, diventa fondamentale la prima partita. Siamo una squadra giovane, dato che i migliori under sono giustamente nella nazionale maggiore, ma contiamo di poterci confrontare nel modo giusto con i nostri avversari. Ora non servono invenzioni, ma mettere i giocatori al posto giusto, quello che conoscono e dove possono esprimersi al meglio. Partiamo quindi da quello che sappiamo fare, perchè non c'è davvero tempo per insegnare qualcosa di nuovo”.

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 18^ giornata: Cancellieri tallona Vignato, Vitalucci-Chiarella in vetta nel B
Torino, Giulio Girelli sogna l'esordio in Primavera