x

x

Burnete Lecce Primavera
Burnete Lecce Primavera

Una strada che improvvisamente delinea due diramazioni: il futuro di Rares Burnete, diamante grezzo del Lecce, è in bilico tra la permanenza in prima squadra o la partenza verso altri lidi pronti a puntare sul suo talento e il suo devastante senso del gol. Come riporta Pianetalecce infatti, molto dipenderà dalle offerte che arriveranno sul tavolo dei salentini per il romeno. Le intenzioni dei giallorossi non sono ancora chiare, ma l'unica certezza è che si vuole valorizzare uno dei giocatori più forti del gruppo  Primavera, quindi si ragionerà sulla cessione solo in caso di offerte consistenti. A quel punto, l'ultima parola passerà al classe 2004, che potrebbe comunque decidere di giocarsi tutte le sue carte per convincere Gotti a puntare su di lui in Serie A.

Il bilancio della stagione e gli scenari futuri

Fare all-in, decidendo di giocarsi tutto quello che ha per rimanere e incidere anche in prima squadra; sull'altra carreggiata c'è invece una partenza che saprebbe comunque di amaro in bocca, perché Rares Burnete in Salento ha scritto pagine importanti. Colonna portante del gruppo che lo scorso anno ha vinto il Campionato Primavera 1, l'originario di Sighisoara ha assaggiato l'atmosfera della Serie A nella stagione appena conclusa, riuscendo comunque a dare il suo apporto alla rincorsa salvezza del Lecce U19 (partito col freno a mano tirato). La stagione della consacrazione è stata la scorsa, quella coronata dallo Scudetto: 19 gol, titolo di capocannoniere in ghiaccio e un poker di una bellezza stordente contro la Roma tra le sue note più alte. Anche in un'annata vissuta a singhiozzo, costantemente diviso tra convocazioni in prima squadra e battaglie (da condurre come primo cavaliere sul fronte) con la Primavera, il romeno ha trovato la doppia cifra. 10 gol a fronte di 23 partite giocate tutte dall'inizio e con il 100% dei minuti in campo (record che in pochi nella storia del torneo possono vantare). Il tutto condito da risultati di squadra abbastanza deludenti, con i playoff che non diventeranno mai un obiettivo concreto e rimarranno sempre un miraggio in lontananza. 

Burnete Lecce
Burnete

Tra l'incubo del contratto in scadenza e la voglia di restare

Come già accennato, Corvino si siederà in un tavolo di trattativa soltanto in caso di offerte irrinunciabili. C'è un solo dettaglio, che si staglia sullo sfondo e che col passare del tempo acquisisce sempre più consistenza. Il classe 2004 ha il contratto in scadenza nel 2025, e tra un anno potrebbe diventare un profilo molto appetibile a prezzo di saldo. Il Lecce quindi è chiamato a risolvere questa grana, specialmente se l'intenzione sarà quella di ascoltare potenziali proposte, ma anche in ottica medio-lungo termine (per non perderlo a zero il 30 giugno del prossimo anno). Sarà quindi un'estate bollente, una corsa contro il tempo per evitare uno scenario sgradevole, che darebbe ad una storia d'amore così bella (quella tra Burnete e il Lecce) un finale drammatico. 

Burnete Lecce
Burnete - ANDREA STELLA
Camarda, è ufficiale: ecco il primo contratto con il Milan. I dettagli
Sassuolo-Bigica, definito il futuro del tecnico: il comunicato