Primavera 3

Primavera 3, Matelica-Teramo 0-2: diavoli corsari in terra marchigiana

Primavera 3, cronaca e tabellino di Matelica-Teramo

24.04.2021 00:28

Allo stadio “Giovanni Paolo II” di Matelica, scendono in campo per la 2a giornata di ritorno del Girone E Primavera 3 il Matelica e la capolista Teramo. I padroni di casa occupano la terzultima posizione  con un successo con la Sambenedettese a San Benedetto del Tronto, tre pareggi, cinque sconfitte e intendono tornare al successo contro la prima della classe. Il Teramo capolista del girone con cinque successi, due pareggi e una sconfitta non intende mollare la sua striscia positiva per approdare alla fase finale. All'andata vinsero i biancorossi per 2-0. Cronaca e tabellino dettagliato al termine della gara. 

LA CRONACA DELLA GARA 

Il Teramo vince ancora e allunga a più 4 sul Perugia, che ha però delle partite da recuperare. Il Matelica, dopo la vittoria di settimana scorsa, capitola di nuovo contro gli abruzzesi, che decidono il match con due reti a distanza di tre minuti. Succede tutto nel primo tempo infatti, prima Coia e poi Furlan bruciano Minerva e regalano la vittoria finale al Teramo, che giocherà in discesa tutto il resto della contesa.

IL TABELLINO DI MATELICA-TERAMO 

Marcatori: 12’ Coia (T), 15' Furlan (T)

Matelica: Minerva, Paoletti, Cammarino, Tordini, Bernacchini, Sampaolesi, Zepponi (10’st Fermani), Sampaolo (19’ st Paolucci), Piermattei (41’ st Petrini), Pettinelli, Pecci (19’ st Carboni) A disposizione: Sansaro, Croia, Zitti, Bartilotta, Albanese. Allenatore Emanuele Liberti. 

Teramo: Di Feo, Petrucci, Romanucci, Di Nisio, Tirabassi, Furlan, Scotti (35’ st Persiani), Fall (1’ st Galassi), Cvetkovs, Coia (27’ st Ambanelli), Tomety (43’ st Liberati). A disposizione: Petricca, Angelini, Sciarretta, Carrozzino, Scipioni, Susi, Ferron. Allenatore Marco Stella.

Arbitro:  Sig. Di Tella sez. Ancona.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 30^ giornata: Contini del Cagliari scarpa d'oro della stagione
Bisceglie, Ferrante: "Contento di ciò che è stato fatto fin qui. Siamo in un girone difficile"