Milan

Milan-Venezia, le pagelle dei rossoneri: Tonin scatenato, la decide Brescianini

le pagelle della squadra di Giunti

Riccardo Lionetto
28.09.2019 18:45

 

Jungdal 6: Non viene particolarmente impegnato. Può fare davvero poco sulle reti subite anche se, in occasione del primo goal, Mazzoletti stacca di testa dentro l'area piccola. 

Borges 6: Buona prova del terzino tedesco. Nel primo tempo spinge tanto e si rende anche pericoloso con un paio di cross interessanti. Nella ripresa cala leggermente e viene sostituito da Barazzetta. (dal 76' Barazzetta s.v.).

Oddi 5.5: Non gioca male, però è impreciso nei cross e nelle giocate. Può fare decisamente di meglio.

Brambilla 6: Ha una grande visione di gioco e lo dimostra in almeno un paio di circostanze, quando mette Sala e Capanni davanti alla porta. Tuttavia, però, a volte è lento nell'impostazione della manovra. Prestazione comunque sufficiente. (dal 61' Brescianini 7: entra con la cattiveria giusta. Quando ha la palla tra i piedi trasmette sicurezza e tranquillità a tutta la squadra. Glaciale dal dischetto, segnando così la rete decisiva, la seconda in campionato).

Merletti 5.5: Sfiora il goal con un gran colpo di testa e mette Mionic in porta con un bel filtrante. Ma la sua prestazione diventa insufficiente quando si fa imbucare in occasione del pareggio ospite. Quella sbavatura rischiava di pagarla cara.

Tahar 6: Attento e puntuale nelle chiusure anche se non deve affannarsi troppo per contenere gli attacchi avversari. 

Sala 6: Solita grande gara di corsa, inserimenti e tanta cattiveria agonistica. Voto abbassato alla sufficienza a causa degli errori sotto porta: spreca troppo.

Frigerio 6.5: Illumina Tonin con un grande assist di circa 25 mt. Bravo negli spazi e rapido nelle giocate. Cala nella ripresa quando la benzina comincia a finire, ma tiene botta alla grande.

Capanni 6.5: Trova la prima gioia in maglia rossonera grazie ad un goal di pregevole fattura: tocco sotto in corsa, dal limite dell'area, a scavalcare il portiere. Nonostante questo, però, sbaglia almeno un paio di goal che potevano dare maggiori garanzie alla squadra. Ha ampi margini di miglioramento. (Dal 61' Pecorino 5.5: entra per cercare di far rialzare il baricentro rossonero, ma tocca pochi palloni, estraniandosi troppo dalla manovra).

Capone 6.5: Il suo tocco palla è devastante, quando punta l'uomo lo salta sempre. Effettua giocate importanti che non vengono concretizzate dai compagni. Ha numeri interessanti, va seguito con attenzione. (dal 76' Mionic s.v.).

Tonin 7: Pazzo furioso. Sulla sinistra è incontenibile, fa ammattire Caradonna che non riesce a prendergli mezza misura. Sigla il momentaneo 1-0 grazie ad una rete frutto di un mix tra tecnica, precisione e potenza pura. Toro scatenato. (dal 57' Haidara 6.5: Entra in campo e si rende pericoloso grazie alle sue accelerazioni che sono inarrestabili. Dal suo cross nasce il tocco di braccio del giocatore ospite e, di conseguenza, la rete decisiva di Brescianini).

Giunti 6.5: Questo Milan piace, gioca bene e crea davvero tanto. Tuttavia, la rimonta subita dal Venezia mostra ancora delle lacune sulla quale bisogna lavorare. La reazione dopo il momentaneo pareggio degli ospiti, comunque, si è vista e si può dire che la vittoria è ampiamente meritata.

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 5^ giornata: Bianchi sale in vetta, balzo di Schirò e Manzari
Primavera 1, la classifica aggiornata dopo il weekend