Esclusive

ESCLUSIVA MP - Mordini (Toscana Tv): "Fiorentina da primi posti, con l'Inter gara tosta"

Le dichiarazioni di Marco Mordini, giornalista al seguito delle squadre giovanili viola

18.09.2019 20:51

Subito una classica nella lotta di vertice per quanto riguarda il campionato Primavera 1. Nella seconda giornata è in programma Inter-Fiorentina: sfida tra due squadre che si sono contese per due volte nelle ultime tre edizioni l’ultimo atto delle finali scudetto. Per parlare del match tra i nerazzurri e i viola la redazione di MondoPrimavera.com ha intervistato Marco Mordini, giornalista di Toscana Tv che segue quotidianamente il settore giovanile della Fiorentina.

Partenza col piede giusto per la Primavera viola, con un 6-3 ai danni del Bologna. Come giudichi la Prova della squadra di Bigica?

“La squadra viola ha giocato un’ottima partita, contro un Bologna inferiore ai viola: credo che il risultato parli da solo. Rispetto all’anno scorso come titolari Bigica aveva Simonti, Koffi, Gorgos qualche volta e poi Hanuljac, oltre a Pierozzi che ha fatto qualche presenza. Nel complesso è una buona squadra: c’è da lavorare tanto. Bigica si è arrabbiato molto durante la partita per degli errori grossolani in difesa. Tale reparto è da assestare, così come quello di centrocampo in alcuni aspetti. Ho trovato Hanuljac migliorato rispetto all’anno scorso: più veloce e dinamico. Koffi è sempre il solito “tarantolato”, ha fatto due gol e, in generale, è stata una buona prova e Bigica saprà portare termine un buon campionato come tutti gli anni”.

Subito in evidenza Duncan con una doppietta: è già pronto per la prima squadra o necessita di un periodo di apprendistato in Primavera?

“Duncan l’ho visto bene ma, a mio avviso, per il momento non è da prima squadra. Necessita di un periodo iniziale in Primavera. E’ un ragazzo non tanto alto, ma sul piano fisico sa farsi valere. Ha esordito nel migliore dei modi con una doppietta, segnando uno dei due gol di testa. Ha ottime qualità e non capisco i problemi col Liverpool che lo hanno portato ad andarsene. Speriamo che la Fiorentina abbia preso un calciatore interessante in ottica prima squadra. Si muove bene, aiuta i compagni e lo vedo molto determinato in area. Ha un bel carattere sia in campo che fuori: deve adeguarsi al calcio italiano, ma è una nota molto positiva della squadra”.

Analizzando la rosa di Bigica, quali giovani potrebbero ripercorrere le orme dei vari Chiesa, Sottil e Ranieri?

“Per il momento, nonostante la rosa sia buona, non intravedo elementi che possano arrivare in prima squadra a breve. Chiorra è stato aggregato più volte in prima squadra come terzo portiere, ma l’ho visto molto indeciso; Ponsi è nel giro delle nazionali giovanili ma deve ancora crescere molto, così come Fiorini che l’anno scorso ha giocato poco. Per il resto sono ragazzi che si danno da fare ma, al momento, non mi sento di fare nomi, non vedo ragazzi già pronti sul piano fisico e tecnico per arrivare alla prima squadra. Nel corso dell’annata magari qualcuno verrà fuori, ma il nuovo Chiesa deve ancora sbocciare”.

Nel fine settimana è in programma la sfida con l’Inter. Cosa ti aspetti da questa gara e che tipo di campionato può fare la Fiorentina?

“Siamo all’inizio, le sorprese possono arrivare. L’anno scorso, dopo anni di sconfitte, l’Inter ha smesso di essere la bestia nera della Fiorentina. I nerazzurri hanno vinto a Pescara 3-2 e sono sempre un’ottima squadra, ma i viola possono dare battaglia contro una squadra abbonata alle vittorie a livello giovanile. Non mancano i talenti venuti fuori dal vivaio interista, ma che poi non hanno spazio in prima squadra: l’ultimo è stato Pinamonti, che ha dovuto fare la gavetta per arrivare in massima serie. La squadra gigliata, guidata da un condottiero come Bigica, può strappare un pareggio in casa dell’Inter per poi affrontare al meglio le sfide insidiose contro Roma e Torino. Dal campionato mi aspetto la solita Fiorentina, che si piazza nelle prime posizioni come è sempre accaduto negli ultimi anni. Bigica prepara bene tutte le partite e, in vista di quella contro l’Inter, si farà sentire durante gli allenamenti per non commettere più gli errori visti contro il Bologna. Mi aspetto una gara tosta da parte di tutti i ragazzi”.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 5^ giornata: Bianchi sale in vetta, balzo di Schirò e Manzari
Primavera 1, la classifica aggiornata dopo il weekend