Milan

Juventus-Milan, le pagelle dei rossoneri: Gala e Capone ci provano, male Bosisio e Bozzolan

Le pagelle dei giocatori del Milan

02.04.2022 15:20

Desplanches 6,5 Tiene a galla i suoi con diverse grandi parate, come in occasione del tiro di Turco forte sul primo palo. Mai fuori posizione e sempre reattivo, non può nulla sui quattro gol subiti, frutto di errori di tutto il reparto difensivo.

Stanga 5 Primo tempo complicato per il capitano rossonero, che tuttavia fa il possibile per limitare Turicchia e Chibozo. Crollo verticale nella seconda metà di gara, con la Juventus che spinge soprattutto da quella parte, come testimoniano i gol di Turicchia e Savona. (Dall'81' Camara sv)

Bosisio 5 In grande affanno oggi il numero 13 rossonero, che soffre moltissimo le percussioni di Chibozo in quella zona del campo. Non riesce a dare certezze e commette diversi errori, lasciando spesso l'attaccante beninese troppo libero di tirare o di servire i compagni.

Obaretin 5 Anche lui soffre molto di più nel corso della ripresa, quando Mbangula entra in campo: dopo un primo tempo in cui era infatti riuscito a marcare bene Turco, un giocatore esplosivo come il belga lo mette senza dubbio in difficoltà. Fuori posizione in entrambe le reti segnate dalla Juventus nella ripresa.

Bozzolan 5 Savona e Mulazzi da quella parte spingono tantissimo e il giovane classe 2004 non riesce a contenerli. Da tre suoi errori nascono le migliori occasioni della Juventus, nonché entrambe le reti bianconere del primo tempo

.Ambrosino il nuovo “scugnizzo” del Napoli

Gala 6,5 Senza dubbio l'uomo più pericoloso tra le fila dei rossoneri quest'oggi: dai suoi piedi nascono le principali occasioni da gol del Milan. Si inserisce spesso fra le linee ed ha anche due grandi occasioni per andare a segno, sventata miracolosamente da Senko. 

Di Gesù 5,5 Parte bene, andando a provare un paio di inserimenti e arrivando al tiro in un paio di circostanze; ma con il passare dei minuti finisce per essere imbrigliato dal gioco dei bianconeri, senza la possibilità di rendersi nuovamente pericoloso.

Tolomello 5,5 Non ha modo di mettersi in mostra il mediano classe 2002: la Juventus spinge tanto in ampiezza e non passa mai dalle sue parti, mentre il Milan fatica a far girare il pallone. Spinge poco, sacrificandosi di più in fase difensiva; forse un po' troppo poco presente in fase di costruzione. (Dal 53' Eletu 5,5 La sua fisicità in mezzo al campo permette al Milan di recuperare qualche pallone in più, ma la manovra rossonera continua ad essere troppo lenta e disorganizzata.)

Roback 5 Assente ingiustificato lo svedese classe 2003, che oggi disputa una gara anonima. Non riesce praticamente mai a liberarsi per il cross o per il tiro, finendo per non dare supporto alla manovra rossonera. (Dal 66' Omoregbe 5,5 Sicuramente qualcosa in più rispetto al compagno: con il suo ingresso il Milan riesce a creare qualche grattacapo alla difesa avversaria. Rimane tuttavia troppo poco per sperare di ribaltare la gara.)

Nasti 6 Faticano i Diavoli a creare occasioni da rete, ma nonostante tutto fa il possibile per cercare di fare male. Suo forse il tiro più pericoloso del primo tempo per il Milan, con un Senko molto bravo a rispondere in uscita. (Dal 46' Lazetic 6,5 Ci mette un po' a carburare, ma riesce a trovare il suo spazio e a servire l'assist per il gol di Capone, che per una manciata di minuti rianima le speranze dei Diavoli di tornare in partita.)

Capone 6,5 Fa quello che può per riuscire ad attaccare e, alla fine, i suoi sforzi vengono premiati: Lazetic gli serve un bel pallone che lui deve solo spingere in rete per quello che vale il suo quinto gol stagionale. Poco dopo è però costretto a uscire, vittima dei crampi. (Dal 66' El Hilali 5,5 Appena entrato ha un paio di buone occasioni sul piede, entrambe prontamente sventate; poi fatica a trovare gli spazi giusti per colpire.)

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Juventus-Milan, le pagelle dei bianconeri: Chibozo, Savona e Mulazzi sugli scudi, Turicchia croce e delizia