Torino

Lazio-Torino, le pagelle granata: sconfitta pesante in ottica salvezza, il Toro appare impaurito e insicuro

Le pagelle dei granata

Leonardo Brotto
21.03.2021 13:18

Sava 6: Incolpevole sui gol. Non è autore di parate straordinarie, salva il salvabile.  

Partanova 5.5: Non un buon risveglio il suo. Moro lo impegna molto, lo salta e genera sempre pericoli dalle sue parti. Al quarantesimo prende un giallo evitabile che lo condiziona, impedendogli di poter intervenire in maniera decisa sul proprio avversario. (Dal ’57 Greco 6.5: Entra per dare freschezza alla manovra del Torino e ci riesce, prova il tiro e impensierisce Furlanetto. Quando la palla transita dai suoi piedi la giocata non è mai banale)

Aceto 5: I primi due gol nascono nella sua zona, quando il pallone scotta non viene gestito bene e la Lazio è brava a sfruttare le sue incertezze. Nel secondo tempo cambia lato e soffra Moro. 

Kryeziu 5.5: Fa partire la manovra del Toro, il suo ritmo è blando e questo condiziona le giocate della squadra. 

Spina 6.5: Attento nei palloni che transitano dalle sue parti, riesce quasi sempre ad arginare le sortite offensive dei padroni di casa. Il migliore dei suoi in fase difensiva.  

Procopio 6: Buoni cambi di gioco nel primo tempo quando da centrocampista. Nella ripresa si abbassa non soffrendo in fase difensiva.  

Todisco 6.5: Molto attivo, tanta corsa, gioca bene la palla ed è attento in ripiegamento. Riesce a mettere alcuni cross interessanti. (Dal ’77 Lovaglio :s.v.)

La Rotonda 5.5: Sbaglia alcuni passaggi semplici compromettendo la fluidità del gioco granata. Non riesce a dare un gran contributo in fase offensiva, più concentrato dietro.  

Cancello 6: Tiene bene il pallone e fa salire bene la squadra prendendosi alcuni falli. Non va mai al tiro in porta, merito della difesa biancoceleste. (Dal ’59 Gyimah 5.5: Non lucido quando gli arriva palla, non un buon impatto il suo)

Oviszach 5: Non riesce a dare velocità all’attacco granata e perde parecchi palloni, si innervosisce e la sua partita termina senza aver creato alcun pericolo. (Dal ’58 Favale 6: Prova qualche spunto entrando bene in partita. Molto agile nello stretto, crea dei grattacapi alla retroguardia di casa)

Vianni 6: Si sacrifica, ripiegando anche in fase difensiva provando ad aiutare la squadra. Va spesso alla conclusione non riuscendo però mai a trovare lo specchio.  

Primavera 3, le classifiche dei sette gironi
Spal-Genoa, le pagelle dei rossoblù: Besaggio e Kallon trascinano al successo