Napoli

ChievoVerona-Napoli, le pagelle degli azzurri: magia di Labriola su calcio piazzato, Sgarbi e Zedadka a corrente alternata

Le pagelle della squadra partenopea

Giacomo Mozzo
27.10.2019 13:44

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

 

Idasiak 7: poco impegnato nella prima mezz'ora, poi è bravo in più di un'occasione su Frey, Nabil ed Enyan. La ciliegina sulla torta è il rigore parato a Tuzzo. Sull'ultima mischia davanti alla sua porta non sembra sicurissimo, ma l'arbitro annulla tutto per una carica ai suoi danni.

Costanzo 6,5: solita prova di sostanza come terzo di difesa, puntuale in chiusura e bravo in fase di impostazione.

Zanon 6: spinge molto sulla corsia sinistra, in particolare nella prima frazione, ed è molto attento in copertura. Cala un pò nella ripresa, ma la sua prestazione è comunque positiva. (dal 85' Potenza s.v.)

Esposito 6: prova di sostanza in mediana, nel primo tempo dirige le operazioni assieme a Mamas, nella ripresa meno presente nel vivo del gioco. (dal 64' Labriola 7: la punizione è un gioiello, il suo ingresso rinvigorisce il centrocampo partenopeo nel momento di maggior bisogno.)

Manzi 6: buona prestazione, di lotta e agonismo. Molto duro in alcuni interventi, viene graziato da Colombo nella prima frazione, mentre nel finale viene espulso in occasione del parapiglia davanti alle panchine.

Zanoli 6,5: si fa notare per la tempestività e l'eleganza delle sue giocate, riuscendo anche a fornire un ottimo contributo nell'impostazione dal basso. Una dei migliori della squadra di Baronio.

Vrikkis 6: buon inizio, sicuramente il più positivo nell'ottimo primo tempo del Napoli. Nel secondo, però, scompare alla distanza.

Mamas 6: come Esposito, molto bravo a tenere in mano il centrocampo nelle prime fasi di gioco. Riesce anche a concludere in un paio di occasioni verso la porta clivense, pur senza fortuna.

Vianni 6: molto attivo, lotta e corre su ogni pallone. Aiuta la manovra della squadra e va più volte alla ricerca della gioia personale, peccando però, in più occasioni, di imprecisione ed egoismo.

Zedadka 5,5: piedi buoni e qualità. Ispirato nel primo tempo, anche se non si fa vedere molto in fase conclusiva. Nella ripresa esce un po' dal gioco. (dal 71' Virgilio 6,5: anche lui entra bene in partita, provoncando pure l'espulsione di Pavlev.)

Sgarbi 5,5: vedi sopra. Buon apporto nel primo tempo, è forse un po' discontinuo nelle proprie giocate e fatica a rendersi pericoloso. (dal 64' Palmieri 6,5: subito molto attivo, da un suo bel lancio nasce il fallo della punzione vincente di Labriola. Gestisce bene un contropiede pericoloso in tandem con Vianni.)

Baronio 6,5: il merito di una partita così intensa e valida agonisticamente è di entrambe le squadre. Il suo Napoli convince nella prima metà di gara, soffre al punto giusto e poi va in vantaggio, non riuscendo però a gestirlo fino in fondo.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 10^ giornata: tutto invariato in vetta. Salgono Piccoli, Sene e Marginean
Darboe, prima convocazione storica per il giovane centrocampista africano