x

x

Storie di Primavera

(foto Damiano Fiorentini – Spal)
(foto Damiano Fiorentini – Spal)

La 73ª edizione del Torneo di Viareggio va verso gli ottavi di finale, fase che inizierà martedì 28 marzo. Nella fase a gironi le squadre italiane hanno affrontato compagini provenienti da tutto il Mondo e una di queste ha una storia che viene da lontano, precisamente dalla Sierra Leone. La squadra di cui parliamo è il Kallon FC, componente del Girone 4 di questa Viareggio Cup con Honvéd, SPAL e Pisa. 

Il Kallon Football Club ha sede a Freetown, capitale della Sierra Leone e il presidente e amministratore delegato del club è Mohamed Kallon, ex conoscenza del nostro calcio che tutti ricorderanno per la sua militanza con Genoa e Inter. L’ex attaccante acquistò il club nel 2002 e da quel momento il suo impegno per il settore giovanile è sempre stato impeccabile con la creazione delle squadre U14,U15, U16 e appunto U19. Mohamed Kallon ha iniziato a investire sulle giovani promesse presenti nel suo Paese, cercando di dargli un futuro migliore. 

Tornando alla Viareggio Cup, nella prima giornata la squadra africana ha bloccato il Pisa sul 2-2 con una grande rimonta, ha dato filo da torcere alla SPAL nella seconda giornata nonostante il 2-1 maturato al Fabbri a favore dei ferraresi e infine ha giocato una partita di grande spessore con l’Honved, poi vincitore del Girone 4, in un match rocambolesco finito 4-3 per gli ungheresi. In queste tre uscite ciò che ha colpito di più è stata la grande organizzazione in campo di questi ragazzi, oltre alle singole individualità. Il Kallon alla fine ha chiuso la sua fase a gironi con un solo punto in classifica, ma lo fa con la consapevolezza di aver dato tutto in campo e di chi sa che avrebbe meritato qualcosa in più. 

Il fantasista: DANIEL KARIM 

Daniel Karim, trequartista classe 2004, è stato sicuramente uno dei talenti che più hanno colpito della squadra proveniente dalla Sierra Leone. 

Karim, 18 anni compiuti lo scorso novembre, è un trequartista dotato di ottima tecnica e molto abile nel dribbling , con un buon tiro. 

Doti ampiamente dimostrate nel match tra il suo Kallon e la SPAL in cui il classe 2004 è stato sempre al centro del gioco e punto cardine per i suoi compagni, interpretando praticamente il ruolo del regista offensivo. Il gol della squadra africana nel match del Fabbri è stato firmato proprio da lui, abile a sfruttare una disattenzione difensiva degli Estensi. Nel finale ha sfiorato anche il pareggio con un bel sinistro da fuori area che è andato a sbattere sul palo a portiere avversario ormai battuto. Il ragazzo ha tutte le carte in regola per essere un buon prospetto e chissà se qualche squadra italiana vedendolo non ci abbia già fatto un pensierino.  

FOTO COPERTINA: (foto Damiano Fiorentini – Spal)

Roma, Pisilli e una storia d'amore a tinte giallorosse
Viareggio Cup, le sedi degli ottavi di finale