credit foto: Calcio Catania e profilo Instagram di Flavio Russo
Calciomercato

Flavio Russo in prova al Sassuolo dopo la Primavera 3 col Catania

Il centravanti classe 2004 si allena a Reggio Emilia con Luca Moro

Dopo aver disputato un'ottima stagione nel campionato Primavera 3 con la maglia del Catania, Flavio Russo ha attirato l'attenzione del Sassuolo che lo ha chiamato a sé per un periodo di prova. 

L'attaccante classe 2004 si allenerà a Reggio Emilia almeno per un po', ma non sarà solo in quest'esperienza perché ad accompagnarlo ci sarà un'altra vecchia conoscenza dell'ormai ex società rossazzurra. A calcare per le prime volte i rettangoli di gioco della società sassolese ci sarà infatti anche Luca Moro, chiacchieratissimo centravanti reduce da una straordinaria stagione da 21 goal in Serie C in prestito al Catania e venduto a gennaio al Sassuolo da parte del Padova.

In seguito al fallimento e all'esclusione dal campionato di Serie C della squadra siciliana, il ragazzo di Monselice si è aggregato alla rosa del tecnico Alessio Dionisi per allenarsi, in attesa di diventare arruolabile dopo il 30 giugno 2022.

La tragedia sportiva di cui è stato vittima il Calcio Catania S.p.a. 1946 ha coinvolto in prima persona anche l'intero settore giovanile rossazzurro, svanito come tutta la prima squadra, ragion per cui pure i giovani elefantini si sono ritrovati svincolati a stagione in corso.

Nella formazione Under 19 allenata dall'omonimo mister Orazio Russo, quest'anno Flavio Russo si è distinto per le sue capacità fisiche, tecniche e realizzative, risultando al termine del campionato Primavera 3 il capocannoniere interno del Catania grazie alle 6 reti messe a segno, una delle quali su calcio di rigore.

Fabio Miretti, la nuova promessa del vivaio juventino

Senza dubbio uno dei prospetti più interessanti visti all'opera nell'edizione 2021-2022 del Dante Berretti, oltre a timbrare il cartellino un po' in tutti i modi – persino su calcio di punizione diretto –, il prodotto del vivaio etneo ha spesso aiutato la squadra sfruttando le sue qualità da centravanti completo.

Ciò che certamente spicca al primo impatto visivo è la struttura fisica piuttosto prorompente per un ragazzo di soli 17 anni che, tuttavia, non si limita solo a questo. Bravo tecnicamente, calcia bene con entrambi i piedi, gestisce i palloni con destrezza anche spalle alla porta e si fa valere nei colpi di testa. Ha mostrato abilità nei calci piazzati, personalità in campo, carattere e capacità di adattamento a più contesti tattici, avendo giocato sia da unica prima punta sia in alcuni frangenti di fianco a un altro giocatore offensivo.

Punto fermo, come detto, dell'XI titolare della Primavera di Orazio Russo, il suo rendimento ha permesso a Flavio di togliersi la soddisfazione di allenarsi costantemente, essere convocato e persino esordire in prima squadra rispondendo alle chiamate del tecnico Francesco Baldini. Difatti, con vari ingressi in campo, compreso allo stadio Angelo Massimino, il ragazzo catanese ha accumulato 4 presenze in Serie C e 1 in Coppa Italia di Serie C, per un totale di circa 60 minuti di gioco.

Evidentemente notato dagli osservatori del Sassuolo, adesso per lui l'occasione di mettersi in mostra in un ambiente conosciuto per l'eccellente capacità di scovare e valorizzare giovani talenti del panorama calcistico italiano.

Noi di MondoPrimavera non possiamo fare altro che augurargli il meglio, convinti del futuro radioso che lo attende sotto i riflettori dei migliori palcoscenici calcistici.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Venezia, tra i complimenti di Zanetti, il record in vista e l'Europa League: chi è Issa Bah