x

x

Lazio -LEONARDO BARTOLINI
Lazio -LEONARDO BARTOLINI

Avevano festeggiato entrambe lo scorso maggio, tutte e due una pronta risalita nel campionato Primavera 1 dopo, solo, un'annata di purgatorio: il Genoa, dal canto proprio, ha vinto il girone A del campionato Primavera 2 e, la Lazio, ha ottenuto lo stesso risultato ma nel gruppo B.

Genoa Primavera
Genoa Primavera

A quattro punti dalla vetta

Questa la condizione di classifica di una Lazio a sole sei lunghezze dalla vetta occupata dall’Inter e, a due punti dai cugini giallorossi, secondi in graduatoria. Un rullino di marcia che, i biancocelesti, hanno costruito sulla base di 12 vittorie, 8 pareggi e 5 sconfitte nelle giornate fin qui disputate. Formello è un vero e proprio fattore per la banda guidata da mister Stefano Sanderra: 28 punti conquistati sui 39 a disposizione, otto vittorie, quattro pareggi ed una sola sconfitta, quella datata 14 gennaio per mano del Cagliari. Seconda la formazione capitolina in questa speciale classifica, dietro solo all’Inter. 

LA CLASSIFICA DEL PRIMAVERA 1

Peggio invece il rendimento fuori dalle mura domestiche: in trasferta, infatti, Gonzalez e compagni sono quinti con 16 punti fatti e 4 vittorie, 4 pareggi e 4 ko. La Lazio ha solo il 14esimo attacco del campionato (34 le reti segnate) ma, allo stesso tempo, ha una difesa di ferro: 27 gol subiti, seconda solo all’Inter. Il calendario da qui alla fine recita tre big match: la prossima giornata con il Milan e poi Roma ed Inter a terzultima e penultima giornata.

Lazio Primavera
Lazio Primavera

A caccia di un sogno

Quello cullato dall’altra neopromossa, il Genoa di mister Agostini, che grazie alla rovesciata di Papadopolus ha fatto lo scalpo al Lecce campione d’Italia nell’ultima giornata ed ora naviga con vista playoff. Perso bomber De Benedetti, capocannoniere della scorsa stagione, i giovani grifoni si sono affidati ad un gruppo compatto e coeso, alla regia di un Gianluca Rossi, arrivato dal Milan dopo un brutto ko ed ora vero e proprio architetto di una squadra granitica. 

Quinto rendimento tra le mura amiche, vero e proprio fattore: 8 vittorie, un pari e ko ma, soprattutto, una vera e propria macchina ammazza grandi. Detto dei tre punti con il Lecce anche il Milan di Abate è caduto 2-1 tra le onde del mare, l’Inter si è fermata sull’1-1 e, ora, la prossima grande nel mirino è l’Atalanta, da affrontare però a Zingonia. Prima c’è da protegger e provare ad implementare un ottavo posto a quota 37, a soli 3 punti dalla coppia Torino-Sassuolo che condividono a braccetto l’ultima posizione utile per i playoff. Lo scontro diretto con i granata arriverà domenica in terra piemontese, per cercare di creare un altro ‘Guasto D’Amore’.

Sardo, dalla Serie D alla Lazio: Sarri osserva il centrocampista
Primavera 2, il programma della 23ª giornata: date, orari e campi