Lecce

Lecce-Reggina, le pagelle dei giallorossi: Oltremarini ritrova il gol, esordio da urlo per Back

Le pagelle dei salentini

Alessio Sportella
06.02.2021 13:08

Foto di Andrea Stella

Borbei 6: Chiamato in causa pochissimo, interviene sempre in maniera sicura e puntuale.

Lemmens 6.5: Il terzino destro giallorosso si muove bene lungo il suo out, supportando le avanzate di Travaglini e ripiegando in difesa quando necessario. Interviene spesso ad intercettare i palloni che vagano nella sua zona.

Scialanga 6.5: Buona prova anche dell'altro terzino. Il 3 dei salentini spinge molto e fa partire diversi cross insidiosi in area avversaria.

Maselli 6.5: Torna a giocare con la Primavera dopo tanto tempo e non delude le aspettative. Sempre al centro del gioco, imposta le azioni in avanti e intralcia gli avversari nelle ripartenze.

Ciucci 6: Sempre attento nelle chiusure e nelle coperture, talvolta rischia di concedere troppo con lanci lunghi imprecisi o rinvii brevi. Nella ripresa infatti è proprio da un suo errore che nasce una pericolosa azione avversaria.

Monterisi 6.5: Anche lui molto attento in copertura, di testa non si fa sfuggire nulla. Guida la difesa e spesso chiama su di se la palla per provare a lanciare i compagni.

Travaglini 6.5: Spinge tanto sull'out di destra e prova spesso ad entrare nel vivo delle azioni con tiri o passaggi in avanti.    (dal 89' Pani S.v.)

Vulturar 6.5: Prestazione di intensità per il numero 8 giallorosso che è sempre attento ad anticipare o intercettare i passaggi per ripartire.   (dal 89' Schirone S.v.)

Oltremarini 8: Cerca varchi sia lateralmente, sia centralmente, trovando la via del tiro in poche occasioni. Nella ripresa però è pronto a sfruttare ogni occasione a sua disposizione e si trova sempre nel posto giusto e al momento giusto per poter battere a rete.     (dal 85' Pescicolo S.v)

Ortisi 6: Si muove bene e cerca varchi da poter attaccare, i difensori però sono molto attenti a non concedergli molto spazio e spesso subisce diversi falli. Appare però poco preciso e talvolta pecca di superficialità, anche se è da un suo tiro parato che nasce uno dei gol della sua squadra.  (dal 78' Macrì. S.v.)

Burnete 6.5: Gioca spalle alla porta e cerca sempre di dialogare con i suoi per andare verso la concusione o comunque innescare i compagni.    (dal 85' Back 7: Neanche il tempo di entrare che è già determinante, mettendo a segno dopo 2' dal suo ingresso in campo la sua prima marcatura italiana)

Primavera 3, le classifiche dei sette gironi
Milan-Sassuolo, le pagelle dei rossoneri: super Tonin e Olzer. Bene anche Roback