x

x

Negli ultimi anni Empoli è stata riconosciuta da tutti come una delle piazze in grado di plasmare i giovani. Senza ombra di dubbio, parte dei meriti vanno ad Antonio Buscè che da quando siede sulla panchina degli azzurri ha portato la formazione Primavera a raggiungere risultati importanti. L'apice della sua carriera da allenatore è la vittoria nella stagione 2020/21 del campionato U19 conquistato ai danni di un avversario tosto come l'Atalanta regalando ai toscani il titolo di campioni d'Italia di categoria per la seconda volta nella loro storia. Il merito principale del mister campano è stato quello di portare sulla rampa di lancio giocatori del calibro di Asllani (che dopo la cessione di Ricci al Torino è diventato un elemento imprescindibile in prima squadra), Viti, Baldanzi e Degli Innocenti tanto per citarne alcuni.

 Quest'anno l'Empoli non è riuscito a ripetere l'impresa: le prestazioni altalenanti figlie di numerosi infortuni e di mancati interventi sul mercato hanno portato gli azzurri ad essere estromessi prematuramente dalla lotta per i primi posti e conseguentemente ad ottenere la salvezza nelle ultime giornate di campionato. Considerando che Buscè frequenta da molti anni gli ambienti di Monteboro e che probabilmente con la Primavera ha permesso ai Corsi di togliersi il massimo delle soddisfazioni, c'è il rischio concreto che sia dalla parte della società che dalla parte dell'allenatore(che ha un contratto che scade tra un anno) possano mancare gli stimoli giusti per andare avanti. La volontà di sperimentare nuove realtà potrebbe essere quindi uno degli elementi che potrebbe spingere Buscè all'addio.

 Simone Pafundi, il classe 2006 convocato da Mancini

Le possibili squadre interessate

Alcune squadre professionistiche avrebbero messo nelle ultime settimane gli occhi sull'attuale tecnico azzurro: una della compagini che ha mostrato segnali concreti di interessamento verso l'attuale mister dell'Empoli è il San Donato Tavernelle, società neopromossa in Serie C. Un altra possibilità da non escludere è la sua permanenza all'interno del campionato Primavera con alcune piazze di rilievo pronte ad accogliere il tecnico. Entrando in un campo ipotetico, considerando che le guide tecniche di tutte le big sono state pressochè definite l'unica squadra che potrebbe rimanere senza allenatore potrebbe essere la Juventus in caso di addio di Bonatti verso l'U23. 

Buscé
Piacenza, Matteo Abbate nuovo allenatore
Genoa, si valuta la permanenza di Besaggio

Stai usando AdBlock!

MondoPrimavera.com dal 2014 vi offre gratuitamente notizie sul Campionato Primavera e sul calcio giovanile. Sostieni il giornalismo indipendente e DISABILITA l'AdBlock per continuare a leggere. Grazie

'; document.body.appendChild(ablklrt); // var _style = document.createElement("style"); _style.appendChild(document.createTextNode("")); // webkit document.head.appendChild(_style); _style.sheet.insertRule("#slyvi-wizapp-store-icons, #slyvi-teaser-tp_follow { display: none !important; }"); } if(typeof ga !== "undefined"){ ga("send","event","Blocking Ads",awjlJPnQbmYZ,{"nonInteraction":1}); } else if(typeof _gaq !== "undefined"){ _gaq.push(["_trackEvent","Blocking Ads",awjlJPnQbmYZ,undefined,undefined,true]); } if(typeof _paq !== "undefined"){ _paq.push(["trackEvent","Blocking Ads",awjlJPnQbmYZ]); }