Napoli

Napoli-Cagliari, le pagelle dei partenopei: Ambrosino fa per due, Costanzo in confusione

Le pagelle della squadra di Frustalupi

16.04.2022 12:29

IDASIAK 6: Si rende protagonista di una parata stile uomo-ragno per evitare che i suoi affondino, nelle uscite è ben presente.

BARBA 6: Puntuale nel complesso, non incrocia avversari assatanati di uno contro uno, ma non sfigura.

HYSAJ 5,5: Sporca la sua gara con un intervento scellerato che offre il vantaggio al Cagliari, pecca in scaltrezza di fronte ad un Gagliano anagraficamente più esperto.

COSTANZO 5: In debito di ossigeno davanti ad un Luvumbo luciferino, fa fatica nell'uno contro uno a campo aperto (dall'82' GIOIELLI S.V.).

D'AGOSTINO 6,5: Spostato a destra utilizza bene le sue caratteristiche per attaccare, buona soluzione di Frustalupi anche in ottica futura.

SACO 6: Lavora bene senza palla con qualche inserimento utile per riempire l'area avversaria, in un Napoli orfano di una prima punta classica (dal 61' CIOFFI 5,5 , oltre a qualche pallone tenuto in più, spaventa meno del previsto la retroguardia avversaria).

IACCARINO 5,5: Come consuetudine, dopo un buon esordio al rientro dall'infortunio, risulta più impacciato e meno effettivo nel gioco azzurro (dall'82' PESCE S.V.).

SPAVONE 5,5: Dovrebbe essere l'elemento in grado di accompagnare meglio la manovra, invece si limita d una gara di contenimento senza guizzi con il pallone.

ACAMPA 5,5: Spesso raddoppiato, rallenta troppo la manovra quando il pallone transita sul suo lato (dal 77' MARCHISANO S.V.).

Ambrosino il nuovo “scugnizzo” del Napoli

VERGARA 6: Positivo soprattutto nella prima frazione, anche con iniziative personali prova a far agitare le acque (dall'82' GIANNINI S.V.).

AMBROSINO 7: Gioca da “9” e da “10” allo stesso tempo, grazie ad un livello tecnico superiore alla media fa sembrare facile un lavoro massacrante per una punta.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Primavera 2, Cosenza-Benevento 1-1: i sanniti non vanno oltre il pari in Calabria