Hellas Verona

Venezia-Hellas Verona, le pagelle degli scaligeri: Cancellieri superlativo, Coppola roccioso

Le pagelle della squadra di Corrent

Pietro Nalesso
24.04.2021 18:00

PATUZZO 5,5: Manca una presa apparentemente semplice e perde un pallone sanguinoso in impostazione che porta ad un nulla di fatto. Per il resto non è impegnato più di tanto.

TERRACCIANO 6: attento e pulito a chiudere le incursioni frequenti della catena di sinistra del Venezia, sia nel primo che nel secondo tempo.

BERNARDI 6: Esce dopo una porzione di match ben giocata soprattutto in fase difensiva (dal 58' DIABY 6: attento nelle incursioni del Venezia dalla sua parte, prova senza sbavature).

COPPOLA 7: roccioso e aggressivo nel tenere a bada Hasanbegovic, si fa valere anche per via aerea. Non sbaglia nulla in fase di impostazione, prestazione ottima sotto tutti i punti di vista.

SQUARZONI 6,5: protegge la difesa quando serve riuscendo a garantire stabilità ed equilibrio alla squadra.

ILIE 6: non eccessivamente appariscenti le sue chiusure, ma importanti ed efficaci. La leadership si sente.

ELVIUS 6,5: accellera di pari passo con la squadra, quando succede fa penare Palsson. Da prima punta apre gli spazi ai compagni servendo Jocic e Cancellieri (dal 73' ASTROLOGO 6: non rinuncia a qualche buona rifinitura e ad un pressing di intensità).

TURRA 6: ha un occasione enorme per il 2-0 nel primo tempo, gioca in maniera ordinata supportando bene le ripartenze offensive (dal 74' FLORIO 6: svaria per il fronte offensivo senza offrire punti di riferimento)

YEBOAH 6,5: non ha occasione da gol da sfruttare, ma molte ne crea per gli altri; il lavoro di raccordo è pregiato e fondamentale (dal 55' BRAGANTINI 6,5: da ala sinistra fa valere la sua qualità convergendo anche verso il centro del campo quando serve far male).

JOCIC 6: sufficiente la sua prova, qualche conclusione e gran supporto nelle ripartenze; ciononostante dà l'idea di poter esprimere meglio rispetto a quanto mostrato (dal 74' PIEROBON 6: altra dimostrazione della rosa completissima del Verona, entra con la stessa intensità dei compagni partecipando alle occasioni finali dei suoi).

CANCELLIERI 7,5: soliti gol di arroganza fisica e tecnica, quando mette la quinta fa paura ed è imprendibile. Calcia con precisione chirurgica in entrambe le occasioni, facendoci sempre più domandare se abbia bisogno ancora di apprendistato in Primavera. Non arriva alla tripletta gettando alle ortiche due occasioni che avrebbero messo la ciliegina sulla torta ad una prova magnificente.

 

 

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 28^ giornata: invariato in vetta, Di Stefano aggancia Prelec
Sassuolo, pronto il riscatto di Samele