Primavera 2A

Primavera 2, al via i playoff: otto squadre in lotta per il sogno promozione

L'analisi delle squadre che si affronteranno negli imminenti quarti di finale per la promozione in Primavera 1

29.04.2022 12:00

È andata in rassegna la regular season del campionato di Primavera 2 che si è concluso con la vittoria dei rispettivi gironi da parte di Udinese e Cesena.

Per decidere la promozione di un' ulteriore squadra in Primavera 1, saranno necessari i playoff che si compone di quarti di finale (andata e ritorno), semifinale (andata e ritorno) e la finale che invece verrà disputata in gara unica. Inoltre non è prevista la regola del goal in trasferta, ciò  significa che solo la compagine che segnerà più goal tra andata e ritorno approderà al turno successivo. In caso di parità, passa la Società meglio classificata al termine della fase a gironi.

Le formazioni ammesse ai playoff sono: Parma, Brescia, Monza, Cremonese, Frosinone, Pisa, Lazio e Perugia. Passiamo all'analisi delle singole squadre.

IL PERCORSO DI PERUGIA E PARMA

Fase finale raggiunta in extremis dai ragazzi di Formisano che hanno potuto staccare il pass solamente grazie alla vittoria interna nel derby contro la Ternana ed alla contemporanea sconfitta del Benevento. Regular season discontinua da parte dei grifoncini che dopo un inizio caratterizzato da risultati positivi, con l'inizio del 2022, sono calati vistosamente riprendendosi solamente a fine campionato. I Biancorossi ospiteranno il Parma che per il secondo anno consecutivo si trova ad affrontare in maniera beffarda i playoff: i ducali hanno dominato il proprio girone per poi subire, dall'inizio di marzo in poi, un calo caratterizzato dalle sconfitte contro Venezia ed Udinese. I Crociati partono leggermente favoriti ma gli Umbri daranno filo da torcere.

IL PERCORSO DI LAZIO E BRESCIA

Stagione sottotono da parte della Lazio che aveva come obiettivo primario quello della promozione diretta in Primavera 1. L'exploit nella seconda parte di stagione del Cesena e le prestazioni discontinue messe in piedi negli ultimi due mesi da parte dei ragazzi di Calori, hanno complicato un po' i piani. Alcuni passi falsi con squadre di medio-bassa classifica tra cui per esempio Reggina, Salernitana, Cosenza hanno compromesso la lotta al vertice. L'unica nota positiva è il ritorno dalla squalifica di Crespi. Dall'altra parte il Brescia fino all'ultima giornata ha avuto la possibilità di lottare per la vittoria del girone A. Alcune prestazioni come per esempio quella contro il Parma, hanno dimostrato che le Rondinelle possono realmente dire la loro nel confronto contro gli Aquilotti.

IL PERCORSO DI CREMONESE E FROSINONE

Per il secondo anno di fila la Cremonese si gioca la promozione in Primavera 1. Nel 2020/2021, a causa del covid, la formula era stata rivista con i Grigiorossi che in partita secca persero contro il Lecce. Dopo un inizio altalenante, i ragazzi di mister Pavesi sono cresciuti in maniera esponenziale collezionando vittorie contro Monza e Venezia per esempio. Il Frosinone invece arriva in Lombardia con le carte in regola per poter arrivare fino in fondo: i Canarini hanno concluso la stagione regolare chiudendo con al secondo posto togliendosi la soddisfazione di sconfiggere il Cesena alla penultima giornata. Il punto di forza dei Ciociari è la fase offensiva con il tandem composto da Stampete e Selvini autori di 28 reti.

IL PERCORSO DI MONZA E PISA.

Forse quello tra il Monza ed il Pisa è il confronto più aperto rispetto a quelli in programma. I Bagai in questa stagione non hanno mai perso tra le propria mura amiche collezionando 8 vittorie e 4 pareggi. Altro dato che però gioca a sfavore dei brianzoli è il rendimento negativo negli scontri diretti che la squadra di mister Palladino ha affrontato nel girone di ritorno: 1 pareggio e 3 sconfitte.

Il Pisa di mister Masi si è tolto la soddisfazione di classificarsi al terzo posto nel proprio girone vincendo anche gare importanti come quelle contro Frosinone e Lazio. Il match che però ha permesso ai toscani di cambiare passo è la vittoria d'andata in extremis contro il Benevento. I punti di forza dei nerazzurri sono stati la fase difensiva (seconda miglior retroguardia del girone B) e l'importanza di alcuni intrerpreti tra cui Panattoni che ha messo a segno 18 reti. 

 

 

 

 

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Under 16, i convocati per l'UEFA Development Tournament