Primavera 1

Roma-Juventus, la sfida nella sfida

La presentazione della sfida tra giallorossi e bianconeri

La 12° giornata del campionato Primavera 1 mette davanti Roma e Juventus, che si affronteranno alle ore 13:00 della giornata di domani presso lo stadio “Tre Fontane” di Roma. Una sfida nella sfida quella tra giallorossi e bianconeri, che spesso significa match di cartello o gara da dentro o fuori. Le due compagini ad oggi sono sicuramente le più solide e le più ricche di talento, non a caso occupano la prima e la seconda posizione della classifica attuale.

LA CAPOLISTA OSPITA LA SECONDA DELLA CLASSE

La banda giallorossa ha ricevuto una boccata d’aria fresca ad inizio anno, sostituendo lo storico Alberto De Rossi con l’attuale tecnico Federico Guidi. L’allenatore ex Teramo però non ha stravolto la rosa dello scorso anno, continuando il lavoro iniziato dal tecnico romano la scorsa stagione, con lo scheletro della formazione capitolina che si è arresa solo all’Inter in finale scudetto. La Roma rispetto allo scorso anno ha perso i perni della difesa Mastrantonio, Vicario, Ndiaye e Feratovic, ma è riuscita a mantenere la solidità difensiva e una potenza di fuoco devastante, con gli innesti di Pisilli, Vetkal, Joao Costa e Misitano sempre più dentro il progetto giallorosso. L’attuale capolista in stagione ha un ruolino di marcia importante, con ben 8 vittorie all’attivo e una sola sconfitta rimediata contro il Bologna di Vigiani alla seconda giornata; i ragazzi di Guidi arrivano da quattro vittorie consecutive, dove hanno portato a casa punti con squadre ostiche come Milan, Lecce e ultima, ma non per importanza, la combattuta sfida contro il Frosinone, vera sorpresa di quest’annata. Domani ci sarà un altro banco di prova molto importante, contro una delle compagini più in forma del campionato, la Juventus, che arriverà al Tre Fontane con il coltello tra i denti.

I BIANCONERI A ROMA PER IL COLPACCIO

Totalmente diverso invece il percorso della Juventus, che ha rinnovato completamente l’organico mantenendo alcuni perni della scorsa stagione. Il patron Agnelli comincia a raccogliere i frutti del lavoro con la Next Gen, e in questo anno ha deciso di dare seguito al progetto mettendo a capo della Juventus Under 23 Massimo Brambilla, grande conoscitore del calcio primavera, e Montero alla guida dell’Under 19. Bianconeri che tra le fila della rosa attuale possono annoverare molti classe 2005, ragazzi che stanno dando un vero e proprio apporto alla causa piemontese con colpi di classe e bravura degni di essere tenuti d’occhio. Su tutti risaltano Yildiz, Huijsen e Nonge, solo per citarne alcuni. In campionato la Juventus è seconda in classifica, con 7 vittorie all’attivo e una sola sconfitta, arrivata come per gli avversari di domani contro il Bologna. La banda di Montero ha dimostrato grande solidità e una voglia di non mollare mai, qualità che gli hanno permesso di recuperare partite che sembravano ormai destinate ad una sconfitta, basti vedere le rimonte contro Torino e PSG rispettivamente in campionato e Youth League. I bianconeri arriveranno a Roma per provare il colpaccio e il sorpasso in classifica, si prospetterà una sfida bellissima.

I PRECEDENTI

La vittoria negli scontri diretti alla Juventus manca da tanti anni, con la Roma che è sempre riuscita ad avere la meglio sugli avversari o a portare a casa almeno un punto. Due anni fa i giallorossi vinsero per 4-2 a Roma per poi andare a pareggiare a Torino, i protagonisti di quella sfida ad oggi sono protagonisti in Serie A, o comunque giocano con costanza nel campionato di B. La scorsa stagione invece sono stati ben quattro gli incontri tra le due squadre, oltre alle due di Primavera c’è stata la sfida playoff e quella di Coppa Italia. La gara d’andata è terminata 2-2 con le reti di Cerri e Chibozo per i bianconeri e Volpato e Persson per la Roma. A febbraio invece si sono svolti i quarti di finale di Primavera Tim Cup, terminati con lo stesso punteggio, con i capitolini che la spuntarono poi ai calci di rigore. La gara di ritorno in campionato invece non ha avuto storia, con la Juventus mai scesa in campo e uno strepitoso Louakima, che insieme a Cherubini ha fissato il risultato sul 3-0. A maggio le due squadre si sono affrontate invece al “Ricci” di Sassuolo, nella sfida valevole per le semifinali scudetto; in quel match furono di nuovo i giallorossi ad avere la meglio, la gara terminò 2-0 con le reti di Vicario e Tripi, che consegnarono il pass per la finale alla Roma. La sfida di domani metterà di nuovo contro le due compagini, in un match che sancirà chi prenderà il comando del campionato Primavera 1.  

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 15^ giornata: salgono Haj e Basso Ricci nel girone A, come Saponara e Matteoli nel girone B
Under 18, doppia sfida alla Francia: i convocati
Luca Bergantini
!