Pescara

Chiarella, dal Penne al Pescara con un sogno nel mirino: la serie A in biancazzurro

Alla scoperta di Marco Chiarella, giovane ala del Pescara Primavera

Manuel Contartese
19.03.2020 17:04

Quando il Pescara riuscì ad approdare in Primavera 1, la stagione scorsa, nessuno si sarebbe mai aspettato una grinta ed una tenacia tale da parte dei ragazzi della squadra abruzzese. E nonostante la classifica non sorrida loro, i ragazzi del delfino hanno continuato a lottare, prima dell'interruzione forzata di questo campionato. Fermi ora al terzultimo posto, a quota 16 punti, se e quando il campionato riprenderà, per provare a recuperare quei pochi punti che li distanziano dal Torino dovranno sfruttare tutte le frecce a disposizione nel loro arco. E tra i giocatori che potrebbero aiutare la squadra a rimanere in Primavera 1, non può mancare Marco Chiarella.

Giovanissima ala classe 2002, Chiarella è ormai nel giro delle giovanili del Pescara da diversi anni. Dopo aver iniziato, a 7 anni, la propria carriera nel Penne, la squadra del suo paese, viene visionato a 13 anni dal Pescara, che se lo assicura e lo inserisce nella rosa della propria Under 14. Da lì, Marco ha avuto modo di fare tutta la trafila fino a giungere alla Primavera, con la quale, questa stagione, ha già messo a segno 2 gol.

Esterno d'attacco estremamente duttile, può giocare sia sulla fascia sinistra che sulla fascia destra; un altro ruolo nel quale si potrebbe trovare bene, tatticamente, è la seconda punta. Gran parte della sua crescita come calciatore la deve a mister Iervese, ex allenatore dell'U16 del delfino ed attuale allenatore della Primavera abruzzese, quando Chiarella faceva parte dell'U15: il ragazzo ebbe modo di ottenere diverse presenze con i ragazzi più grandi e di crescere molto, grazie ai consigli tattici del mister detti senza mettere pressione ai ragazzi. Proprio ai tempi dell'U16 Marco ha segnato quello che considera il suo gol più bello: un mozzafiato coast to coast contro il Bari, dopo una serie di dribbling che lo hanno portato a tu per tu con il portiere avversario.

Non solo calcio nella vita di Chiarella: Marco sta continuando il proprio corso di studi al liceo, indirizzo scientifico sportivo. Appassionato anche di tennis, che segue e che guarda con piacere, spende il proprio tempo libero tra le serie TV e le uscite con gli amici. Tra i compagni di squadra con cui ha legato maggiormente troviamo diversi ragazzi con cui è giunto in Primavera attraverso gli anni: Zinno, Quacquerelli, Tamborriello, oltre poi a Martella e Pavone.

Come ogni giovane calciatore, anche Chiarella ha i suoi idoli e le sue fonti di ispirazione: dall'immortale Alex Del Piero a Cristiano Ronaldo, due giocatori di caratura mondiale che sono per lui un punto di riferimento.

Anche sugli obiettivi per il futuro, Marco ha le idee ben chiare: il suo sogno è quello di riportare il Delfino in serie A, per ricambiare tutto quello che il club ha fatto per lui.

Grinta e forza di volontà, ma anche la consapevolezza di dover continuare a lavorare sodo: Chiarella vuole continuare a crescere e a fare bene con questa maglia, regalando gioie ai propri tifosi e togliendosi, perchè no, qualche soddisfazione. Noi di MondoPrimavera.com facciamo a Marco un grosso in bocca al lupo, sperando che i suoi sogni e suoi obiettivi possano realizzarsi in futuro.

(Foto: Max Mucciante)

Mattia Gaddini, il prototipo dell'ala moderna
UFFICIALE - Rinviati Europri U17 e U19