Nazionali Giovanili

Italia-Serbia U18, le pagelle degli azzurrini: Esposito si ferma al palo, ingresso positivo per Oristanio

Le pagelle degli azzurrini dopo il pareggio contro la Serbia

Simone Brianti
09.09.2019 17:16

Italia Under 18

CRONACA DI ITALIA-SERBIA U18

Rinaldi 6: il portiere azzurro non è stato molto impegnato nella partita odierna, è comunque attento nella gestione della palla e parla molto con i compagni per aiutarli. 

Lamanna 6: poco impegnato anche lui dall'attacco serbo, riesce ad attaccare e spingere lungo l'out di competenza. Dal 60' Moretti 6:entra e come il compagno non ha molto spazio per mettersi in mostra. 

Dalle Mura 6: la Serbia in avanti è inoperosa e il centrale azzurro può gestire al meglio il possesso senza affanni, impostando talvolta anche la manovra. 

Pirola 6: poco impegnato come tutto il reparto, il centrale dell'Inter disputa una partita sufficiente, senza affanni e senza errori. Dal 60' Pio Riccio 6: ingresso sufficiente, il lavoro è quello di tutta la difesa inoperoso per gli inesistenti attacchi serbi. 

Ruggeri 6: stesso discorso fatto per il compagno di reparto, spinge e aiuta in avanti siccome i compiti difensivi sono resi quasi nulla dalla sterilità dell'attacco serbo.  

Brentan 6,5: il centrocampista azzurro è andato vicino al gol, ma è stato poco fortunato nel non trovare la porta da pochi passi. In mezzo al campo si fa sentire recuperando diversi palloni. Dal 60' Sekulov 6: svolge il compito affidatogli dal Ct e lo fa con sufficienza senza errori. 

Panada 6,5: buon match per lui, gioca diversi palloni e lo fa senza errori, si inserisce e gioca bene.

Udogie 5,5: un pò sottotono rispetto ai compagni di reparto, poteva fare qualcosa di più. Dal 46' Giovane 6: entra con un buon piglio e gestisce bene la palla insieme ai compagni. 

Tongya 6,5: meglio nella prima frazione, crea diverse palle gol sia nell'assistere i compagni e sia nella finalizzazione personale. Dal 70' Bove 6: entra nel finale e non ha molto tempo per mettersi in mostra. 

Esposito 6,5: si dà da fare e voleva a tutti i costi il gol. Sfortunato nella punizione che si stampa sulla traversa nella prima frazione. Sicuramente il giocatore di maggior talento di questa nazionale e lo ha dimostrato. 

Cudrig 6: anche per lui diverse occasioni da gol, poco preciso quando sbaglia un tap in facile facile nella prima frazione. Dal 60' Oristanio 6,5:entra molto bene in partita, soltanto il portiere serbo gli nega la gioia del gol che avrebbe meritato per quanto fatto vedere in appena mezzora. 

Venezia, la rosa ufficiale della Primavera di Marangon
Primavera 1, si riparte: il programma della 1^ giornata