Russo 7: fa quel che può sui due gol, il rigore parato è un capolavoro di riflessi e ipnosi.

Iurato 5,5: si fa vedere poco e fatica a dare palloni giocabili ai suoi attaccanti. Dal 70′ Bartolotta s.v. 

Fucci 5,5: si fa scappare Minaj a partita ormai conclusa, fatica a contenere nel secondo tempo il forcing della Spal.

Rossi 6,5: forse il più attivo dei suoi, pecca un po’ di egoismo: quando punta l’uomo lo salta sempre ma quando si deve liberare del pallone sbaglia spesso la decisione. Dal 60′ Iannino 5,5: Prova a fare il punto di riferimento davanti ma non gli arrivano palloni giocabili.

De Sarlo 5,5: una partita passata a a rincorrere palloni in profondità, quasi tutti irraggiungibili. Dal 70′ De Sarlo s.v.

Esposito 6: porta ordine e compattezza nel confuso centrocampo della Salernitana, recupera palloni e li prova a smistare ma non riceve tanto aiuto. Dal 60′ Di Battista 6: prova a dare un po’ di ordine alla manovra ma con pochi risultati.

Tozzi 5: non prende mai Martina e lo soffre per l’intera partita, non ha mai l’occasione di proporsi davanti.

Galiano 5,5: come i suoi compagni di reparto, il suo ruolo è quello di rincorrere palloni lunghissimi scagliati in profondità dai suoi difensori. Dal 46′ Novella 5,5: Gioca un tempo ma è praticamente invisibile.

Sette 5,5: partecipa poco alla manovra e non dà molto contributo in fase di recupero del pallone. Dal 60′ Marino s.v. 

De Foglio 6: il più ordinato dei difensori, chiude bene nel primo tempo ma la gestione della palla è da migliorare.

Dell’Orfanello 6: tanto impegno e tanta corsa sulla fascia sinistra, soffre Spina nel secondo tempo pur non concedendogli troppe occasioni. Dal 83′ Gambardella s.v.