Primavera 1

Napoli-Lecce, le pagelle dei campani: D'Agostino match winner, Manè roccioso

Le pagelle dei ragazzi di Frustalupi

26.11.2021 14:57

Idasiak 6: attento e puntuale nelle poche conclusioni verso la porta scoccate dal Lecce.

Barba 6: si fa sentire sia con la voce che con la sostanza. Partita ordinata, senza troppe preoccupazioni lì dietro.

Marchisano 5,5: si scalda nel finale, ingaggiando un duello più di nervi che di campo con Nizet. Nel corso del match però, soffre la velocità del laterale leccese.

Di Dona 6: la sofferenza che aveva patito nel primo tempo contro Nizet si affievolisce nel secondo tempo, ma la spinta offensiva non gli risulta facile. Dal 72' De Marco S.V.

Hysaj 6,5: comanda la retroguardia molto bene, controllando con attenzione i movimenti di Back e guidando i suoi compagni di reparto.

Manè 6,5: grande lavoro difensivo, riesce a raffreddare con i suoi interventi un giocatore incandescente come Salomaa.

D'Agostino 7: il gol è fortuito, ma la sua fantasia influenza e crea molti presupposti per fare male. Da sottolineare anche l'impegno in fase di non possesso. Dal 72' Vergara 6: l'impatto con la partita tarda ad arrivare, tutto sommato però un ultimo quarto d'ora in cui argina bene le discese di Nizet.

Saco 6: fisicamente è fuori portata per ogni centrocampista leccese, per questo riesce a svolgere molto bene il lavoro di rottura davanti alla difesa. La sua prestazione va calando però nella ripresa.

Mercurio 6: molto mobile, svaria lungo tutto il fronte offensivo e si impegna pressando la difesa leccese. Dall'81' Marranzino S.V.

Spavone 5,5: non una prestazione eclatante; il fantasista non riesce a dare brio alle sue giocate

Cioffi 6: il guizzo al 62' potrebbe valere tutta la partita, ma Borbei si oppone al suo meraviglioso destro, alzandolo sopra la traversa. Non è sempre al centro delle azioni, e da uno col suo talento ci si aspetterebbe qualcosa in più, ma quando si accende il Napoli sa che può contare su un'arma letale. Dal 92' Gioielli S.V.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Juventus, scocca l'ora di Elias Solberg