Foto di Martina Cutrona
Parma

Parma, il responsabile del settore giovanile Piazzi: "Sento che stiamo costruendo qualcosa di importante"

Piazzi ha affrontato vari temi riguardo la squadra e i giovani

Antonio Cascavilla
29.03.2021 13:01

Il responsabile del settore giovanile del Parma, Luca Piazzi , ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di ParmaLive. Piazzi ha toccato vari argomenti, dalla situazione generale della squadra ai possibili nuovi contratti riguardo i giovani crociati, elogiando l'ottimo lavoro di Krause. Infine ha affrontato anche il tema riguardo le squadre B, progetto di cui si è molto discusso negli anni passati in Italia anche se il discorso, per ora, non riguarda i gialloblù. Riportiamo di seguito le parole di Luca Piazzi:

Vedo tanti ragazzi pronti per la prima squadra. Quest'anno abbiamo avvicinato alla prima squadra non solo Dierckx ma anche Rinaldi, Turk, Camara, Balogh, già i numeri di quest'anno danno senso al lavoro che abbiamo fatto prima. Conosci bene il percorso di cos'era il settore giovanile sei anni fa e tutto quello che è stato fatto anche da chi c'era prima di me. Passo dopo passo cercheremo di ricrearlo. Non siamo ancora il settore giovanile che aveva il Parma prima del fallimento, che era di altissimo livello, ma abbiamo recuperato terreno anno dopo anno. Abbiamo ricostruito, portato organizzazione e mentalità, che non è facile riportare quando si riparte da zero. Ora dobbiamo essere contenti, non pensare di essere arrivati ​​ma contenti che un po 'alla volta stiamo migliorando. A me dispiace come stiano andando le cose per la prima squadra, però penso che la nuova proprietà, che credo sia veramente grandissima, abbia dato un impulso di idee a livello di cose da fare in futuro e che sta dimostrando con i fatti, e sono cose davvero importanti. Ammiro molto cosa sta facendo Krause qui a Parma anche se, ahimè, il tassello più importante al momento non si sta incastrando. Però io credo che tutti quanti quanti quanti debbano avere fiducia in quanto si sta facendo, io sento fortemente che il Parma stia costruendo qualcosa di importante, lo percepisco. La nostra idea per il prossimo anno è di fare il contratto a qualche ragazzo, soprattutto a quelli che sono in Nazionale. Non abbiamo ancora parlato con il club per chi passerà professionista, ma in quest'anno ai più interessanti abbiamo fatto il contratto, ad altri lo faremo in estate e la nostra idea è di delegare al Parma i giocatori più importanti, anche se il legame non deve essere sancito dal contratto ma dal percorso che noi proponiamo ai ragazzi. Penso sia assolutamente sbagliato il modo in cui è stato strutturato il progetto squadre B in Italia. Il fatto che solo la Juventus lo abbia fatto spiega come i costi di iscrizione, le regole per la partecipazione non siano sostenibili nemmeno per i club di quel calibro come Inter, Milan, Napoli, Roma.Credo che in questo momento non sia assolutamente sostenibile per il Parma. 

  

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 18^ giornata: Cancellieri tallona Vignato, Vitalucci-Chiarella in vetta nel B
Primavera 1, il programma completo della 17^ giornata