Top 11

"11 e Lode" - Primavera 2: la Top 11 della 8^ giornata scelta da MondoPrimavera

Top 11 Primavera 2: i migliori della 8^ giornata

11.11.2019 18:00

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Con l'inizio della nuova stagione calcistica torna anche l'appuntamento con la nostra rubrica "11 e lode", dedicata alla Top 11 del campionato Primavera. Una tradizione settimanale che anche quest'anno ritorna con l'edizione dedicata al campionato di Primavera 2, la quale premierà i talenti che più si sono messi in luce sui campi della seconda serie del campionato nazionale Under 19. Classico modulo 3-4-3 a trazione decisamente offensiva per il nostro "11 e lode": non perdiamo altro tempo e andiamo subito a scoprire i grandi protagonisti della 8^ giornata del campionato Primavera 2 del 2019/20, scelti dalla redazione di MondoPrimavera.com.

PORTIERE

Soncin (Milan) - i rossoneri possono festeggiare anche grazie ai suoi interventi da fuoriclasse. Sarebbe andata diversamente senza quelle due parate nel primo tempo, prima su Yeboah poi su Sanè.

DIFENSORI

Nolaschi (Brescia) - nella fase di stallo del match ci pensa la colonna delle rondinelle a regalare la vittoria alla squadra di Pavesi. Gara di grande spessore.

Bia (Cremonese) - classe e qualità da vendere, il classe 2002 ha dimostrato ancora una volta le sue notevoli capacità quando scende sulla fascia destra. Attento anche nella propria metà campo quando è l'Entella ad attaccare.

Petri (Livorno) - sigla la rete del 2-0 con una sontuosa inzuccata. Dietro amministra bene e lascia passare poco e nulla all'attacco della Juve Stabia.

 

CENTROCAMPISTI

Cataldi (Trapani): a distanza di tre giorni, sempre contro una squadra toscana (prima Livorno e poi Pisa) firma il suo secondo goal consecutivo; su rigore, certo, ma come si dice? I rigori bisogna saperli battere. Il goal è la ciliegina sulla torta, per l'ex romanista, perché gioca una gara sontuosa a livello tattico e di sacrificio. 

Compagnon (Udinese): circa quaranta minuti. Quanto basta per far capire quanto è importante. Entra al 56', con la squadra in svantaggio, e cerca di dare il proprio contributo in quantità e in qualità. Va vicino al goal all'82' con un bel tiro e si procura il calcio di rigore, che batterà e segnerà, decisivo per la vittoria, grazie alla sua intraprendenza.

Luciani (Frosinone): i goal fulminei, potrebbero abbattere psicologicamente e incidere, pesantemente e negativamente, sull'esito della gara ma non per i Ciociari e non per lui. Il goal preso dopo venti secondi lo carica d'adrenalina spronandolo a cercare e trovare il goal del pareggio prima dell'intervallo. Il trequartista/falso nuéve gioca una gara intelligente, grazie anche alla sua tecnica, che lo porta a trovare il goal della vittoria poco prima della fine e a far sognare la sua squadra.

Sala (Milan): una partita importante per i Diavoli, contro la capolista Hellas, da non sbagliare: e lui non sbaglia. Non sbaglia nulla. Decide che bisogna lottare e lo fa da vero gladiatore, senza dimenticare di poter aiutare, anche, in attacco. Infatti mette a segno una doppietta che evidenzia concentrazione e tecnica: il primo di testa, nel vero senso della parola, e il secondo con un colpo da biliardo. Apre e chiude la sagra del goal.

 

 

 

ATTACCANTI

Sapone (Crotone): la rappresentazione perfetta della freddezza dal dischetto, timbra una doppietta dagli undici metri contro il Benevento, consentendo ai pitagorici di agganciare in classifica proprio la squadra campana.

Mangiaratti (Perugia) : decide l'incontro con un col da rapace d'area di rigore che porta alla squadra umbra 3 punti fondamentali in casa contro il Cosenza.

Osayande (Pordenone): autentico mattatore del pirotecnico quattro a tre ai danni della Spal,  gioca una partita strepitosa dal punto di vista tecnico, portando i suoi alla vittoria grazie ad una doppietta.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 10^ giornata: tutto invariato in vetta. Salgono Piccoli, Sene e Marginean
[FINALE] Mondiale U17, Italia-Brasile 0-2: i verdeoro interrompono i sogni azzurri, mancata la reazione della squadra di Nunziata