Juventus

FOCUS – Nicolò Turco: eleganza, talento e gol a servizio della Vecchia Signora

Approfondimento su Nicolò Turco, giovane talento della Juventus

28.10.2021 12:00

Ha tutta l’aria di essere un predestinato il gioiellino di Tortona, comune di circa 30000 abitanti in provincia di Alessandria, che ha dato i natali al protagonista del focus odierno. Stiamo parlando di Nicolò Turco, nato il 15 gennaio 2004, attaccante a tutto tondo e componente della rosa Under 19 della Juventus di Andrea Bonatti.
Nicolò è un attaccante generoso, forte di testa e atto anche al lavoro sporco se necessario. Nonostante il suo fisico importante riesce comunque ad abbinare una tecnica e una velocità notevoli, oltre ad uno spiccato senso del gol; la stagione che sta vivendo da protagonista assoluto ne è la riprova.

La punta ligure arriva alla Juventus nell’estate 2019, prelevato dalla fucina del Genoa, famosa per la quantità di talenti che riesce a sfornare ogni anno. La stellina bianconera è parte integrante del progetto Under 16, gestito magistralmente proprio dall’attuale mister della Primavera, Bonatti. L’attaccante è protagonista di una stagione da urlo, dove in 13 presenze segna 5 gol ed effettua svariati assist per i compagni Galante e Hasa, compagni di viaggio ancora oggi in Under 19. In quell’annata Nicolò viene spesso convocato anche nella Nazionale di categoria, mettendo a segno cinque reti in undici match giocati con la casacca azzurra. E’ inevitabile a fine stagione la promozione in Under 17, allenata da Francesco Pedone. Sarà un campionato travagliato, colpito dal Covid come tutto il calcio mondiale. Nella prima e unica partita giocata a settembre, la Juve sovrasta il Parma per ben 6 reti a 2, e lui è autore di un gol e un assist. Con la riforma dello svolgimento del torneo, ripreso ad aprile, gran parte delle squadre top avrebbero abbandonato la competizione. Questo perché il campionato prevedeva 8 gironi formati da 5 squadre, e solo la prima di ognuno di essi si sarebbe qualificata alla fase successiva. Nonostante le numerose difficoltà la Juventus gioca un ottimo torneo piazzandosi però alle spalle di un incorreggibile Genoa, che non toppa nemmeno una partita e vola ai quarti. L’attaccante ligure è il vero mattatore della rosa di Pedone, e a fine anno chiuderà con la bellezza di 5 gol realizzati in sole 7 partite giocate, un vero e proprio bomber di razza.

La stagione in corso porta con sé molti lati positivi, la Juventus decide di adottare la linea giovane e di non utilizzare nemmeno un fuoriquota per affrontare il Primavera 1. Il calcolo è presto fatto, Cerri, Chibozo, Bonetti, Hasa, Galante, Strijdonck e appunto Turco. Nemmeno il tempo di iniziare e Nicolò è subito determinante con un gol allo scadere del primo tempo; la rete risulterà decisiva ai fini del match, che vedrà i bianconeri passare di misura sulla Fiorentina. Il campionato è proseguito e l’ultima rete è di qualche giorno fa contro il Bologna, coefficiente alto ma non per lui. Le altre difese perforate sono Atalanta e Inter in campionato e Malmoe e Zenit in Youth League, dove la Juventus è momentaneamente prima nel suo girone e con ampie chance di passaggio del turno. Il tutto fa un totale di sei reti in nove presenze e siamo solo a fine ottobre; numeri da capogiro per chiunque figurarsi per un 2004. 

Il margine di crescita è ancora ampio e il tempo è tutto dalla sua parte. Secondo voi potrà diventare un giocatore importante per il futuro? 

Primavera 4, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata
Caos plusvalenze, nel mirino diverse operazioni a livello giovanile