Top 11

"11 e Lode" - Primavera 1, la Top 11 della 17^ giornata scelta da Mondoprimavera.com

Top 11 Primavera 1: i migliori della 17^ giornata

04.02.2020 18:00

VUOI ACQUISTARE L’ALMANACCO DE ‘LA GIOVANE ITALIA' E AVERE UNO SCONTO? SCOPRI COME!

Torna l’appuntamento con la nostra rubrica “11 e Lode”, dedicata alla Top 11 del campionato Primavera. Una tradizione settimanale con questa edizione dedicata al campionato Primavera 1, la quale premierà i talenti che più si sono messi in luce su i campi della prima serie del campionato nazionale Under 19. Classico modulo 3-4-3 a trazione decisamente offensiva per il nostro "11 e lode": non perdiamo altro tempo e andiamo subito a scoprire i grandi protagonisti della 17^ giornata del campionato Primavera 1 del 2019/20, scelti dalla redazione di MondoPrimavera.com.

PORTIERE

Israel (Juventus): il portiere bianconero neutralizza un rigore di Piccoli e compie almeno altri cinque interventi per permettere alla sua squadra di ribaltare il match e portare a casa tre punti pesantissimi contro la Dea. 

DIFENSORI

Aurelio (Sassuolo): quarta partita consecutiva a segno e i neroverdi ottengono un’importante vittoria in chiave salvezza contro il Genoa. Solito inserimento e solita zampata, questa volta vale l’intera posta in palio di un match infinito portato a casa dal Sassuolo con caparbietà e senza mai mollare. 

 

Celesia (Torino): il suo gol è da fantascienza, segna da centrocampo con un piattone destro che si infila all’angolino. Rete importante che dà il la per la rimonta granata contro la Roma. Copre bene in fase difensiva e difficilmente si fa saltare. 

Kalaj (Lazio): insuperabile dietro, stoccatore d'avanti. La sua fisicità gli consente di dominare i duelli corpo a corpo della sfida contro il Pescara e di siglare su calcio piazzato il quarto gol biancoceleste.

CENTROCAMPISTI

Artioli (Sassuolo): segna il gol del momentaneo pari dei neroverdi contro il Genoa e disputa una partita attenta e senza errori in mezzo al campo. Mister Turrini lo fa giocare da mezzala esaltando le sue ottime doti d’inserimento, grazie al lavoro delle due punte.

Lombardi (Cagliari): prortagonista di una grande partita contro l’Empoli. Suo il gol che vali i tre punti per i rossoblu e con i quali i sardi accorciano sulla Dea. Ottime giocate e pochi errori per il classe 2000.

Persyn (Inter): dopo un primo tempo di sofferenza si riprende la corsia che gli spetta, macinando diversi chilometri, servendo svariati palloni interessanti e siglando un gol di pregevole fattura.

Mazza (Bologna): il metronomo rossoblu è autore di una delle sue prestazioni più che convincenti. Sempre sicuro nella gestione e nella pulizia dei tanti palloni che gli passono tra i piedi, dai quali partono le migliori azioni dei ragazzi di Troise.

ATTACCANTI

Petrelli (Juventus): l’MVP della sfida contro l’Atalanta. Entra dalla panchina e si scatena. Trova i due gol con cui la Juventus porta a casa tre punti importanti per la classifica. Lotta bene in mezzo ai difensori nerazzurri, dimostrando tecnica e fisicità.

Nimmermeer (Lazio): giornata di grazia per l'attaccante biancoceleste che realizza una doppietta trasformando in gol quasi tutto ciò che passa dalle sue parti. 

Rovaglia (Chievo Verona): prestazione con  la "P" maisucola per il centravanti di Mandelli. Sempre nel vivo del gioco per tutti i 90 minuti, con il solo e unico obiettivo di aiutare la squadra con sponde, ripiegamenti difensivi e assist per i compagni. La doppietta personale che consente alla squadra di strappare un punto fondamentale sul difficile campo di Bogliasco, è la ciliegina sulla torta che ripaga il lavoro svolto.

 

 

 

 

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 17^ giornata: Sane allunga, tutto invariato nel B
Pescara, successo in Serie B con la linea verde