Primavera 3

Novara-Giana Erminio, le pagelle delle due squadre: il tandem Tordini-Pereira non delude; Pagani ci mette la qualità ma Passoni è disattento

Primavera 3, Novara-Giana Erminio: le pagelle delle due squadre

Luigi Annunziato
29.05.2021 18:40

A Novarello si è giocata Novara-Giana Erminio, partita valida per la 16^ giornata di campionato Primavera 3, terminata con il risultato di 3-1.

Una partita non facile per gli azzurri di Mister. Russo, alla vigilia si pensava a tutt'altro tipo di gara che, invece, ha nascosto non poche insidie per la capolista. Il primo tempo dà spazio a poche individualità, il Novara gioca di squadra ma non riesce mai a sfondare, bisognerà attendere gli ultimissimi istanti della prima frazione per assistere all'azione che porterà al vantaggio: Pereira fa la sponda a centrocampo e lancia Tordini che, involato a rete, viene toccato e si guadagna il rigore (segnato poi dallo stesso Tordini ndr.). Nota di merito dunque per i due attaccanti azzurri che lavorano l'uno per l'altro il gol che sblocca la gara. La seconda marcatura per i casalinghi arriva nel corso della ripresa con Corona, da poco subentrato. Bravo il ragazzo a provarci dalla distanza, la conclusione è potente, seppur non angolata, e tanto basta per metterla dentro. A chiudere i discorsi ci pensa il solito Pereira che oggi ha giocato una partita un po' atipica per i suoi standard, più gioco di squadra e meno terminale offensivo (probabilmente merito della squadra di Mister. Chiappella che lo ha studiato e ha fatto in modo di lasciargli meno spazi possibile ndr.) ma sempre di grandissima qualità, a dimostrare ancora una volta come appartenga ad un'altra categoria.

Tra le fila di Mister. Chiappini ci sono alcune note negative: bene la squadra per essersela giocata a viso aperto, non è per nulla facile affrontare una trasferta come questa ma loro hanno dimostrato, soprattutto nel corso del primo tempo, di poter dire la loro contro chiunque e per questo è giusto esprimere una nota di merito. Sicuramente il gol prima dell'intervallo ha pesato dal punto di vista psicologico, lo si è visto al momento del rientro dagli spogliatoi: un atteggiamento troppo molle quando ci si aspettava una reazione da bava alla bocca per riprendersi quel pareggio tanto prezioso. Bene Pagani, la sua qualità non è passata inosservata e forse si sarebbe potuto sfruttare di più il suo lato per ferire la retroguardia azzurra; per il resto pochi alti e diversi bassi: oltre alla mentalità un po' fragile già citata in precedenza ci sarebbe da riprendere Passoni che non ha giocato una brutta partita ma, in una fase cruciale della partita, ancora sotto di solamente una rete, si fa sorprendere da un tiro dalla distanza rendendo il passivo più pesante e costringendo i suoi ad una rimonta a dir poco miracolosa. Sono poche le partite che ci separano dal termine della stagione ma si scorgono ampi margini di miglioramento per la squadra della città di Gorgonzola. 

Primavera 3, le classifiche dei sette gironi
Sassuolo-Bologna, le pagelle dei bolognesi: Ruffo Luci spaziale, Ravaglia disastroso