x

x

Storie di Primavera

Francesco Lipari capitano del Como Primavera
Francesco Lipari capitano del Como Primavera

Archiviata la pausa nazionali, torna in campo anche il campionato di Primavera 2. Nel girone A, a tenere banco è la lotta per la zona playoff. Rimane defilato il Como, ottavo a otto punti di distanza dall'Albinoleffe, attualmente quinto in classifica. Nell'ultimo turno, i ragazzi di Bell hanno dato tanto filo da torcere alla Cremonese capolista, uscendo sconfitti però per 3-2. Questo sabato, i lariani scenderanno in campo contro il Renate. Francesco Lipari, capitano della Primavera, ha parlato al sito ufficiale del Como. Ecco le sue parole. 

Como Primavera
Como Primavera

Lipari, gli inizi e l'avventura con il Como 

Il classe 2005 ha parlato del suo percorso giovanile e di come è entrato nel vivaio del Como: “Ho iniziato a giocare a calcio tardi, a 8 anni, in giardino con mio papà; poi sono andato alla squadra del mio paese e da lì al Sondrio, la squadra principale della mia zona, prima che arrivasse la chiamata del Como. E come dire di no? Giocare ora a Como è emozionante, è una cosa difficile anche da spiegare. C’è tanta ambizione e anche noi siamo ambiziosi, diamo tutto per la maglia”. Lipari è uno dei calciatori principali della Primavera lariana: “Dopo tanti anni in questo club, dopo tanti sacrifici, è un grande onore per me indossare la fascia da capitano, è fantastico. Sento su di me un’enorme responsabilità, cerco di dare l’esempio ai miei compagni, sono il primo a ridere e scherzare, ma anche quello che presta più attenzione ai dettagli per poter essere una guida in campo”. 

Francesco Lipari Como Primavera
Francesco Lipari (a sinistra) con l'ex compagno di squadra Daniel Zappa

Lipari, Mbappe e gli insegnamenti di Fabregas

Francesco Lipari ha parlato poi dei suoi punti di riferimento: “Mbappé è un modello per il giovane lariano, insieme ad altri sportivi: Sinner al momento è il mio tennista preferito, ma mi piace molto anche Djokovic. Mi piace anche la NBA! Tifo per i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo, con cui gioco anche alla PlayStation. Mi piace la loro mentalità, ogni giocatore dà il buon esempio”. Il capitano della Primavera ha parlato anche degli insegnamenti ricevuti da Fabregas: “Ci ha insegnato a essere umili e a rimanere focalizzati sul lavoro, capire le richieste e metterle in pratica il prima possibile”. La scorsa estate, lui insieme ad altri calciatori anche della prima squadra, ha partecipato ad un importante torneo di calcio a 7 negli Stati Uniti: “La scorsa estate ho avuto la fortuna di andare negli USA con la squadra del Como TST. Sono tornato in Italia diverso perché ho avuto modo di giocare con campioni come Odenthal e Gabrielloni. Ma Cutrone è il calciatore da cui ho cercato, e cerco, di imparare di più. Il suo atteggiamento, la sua grinta, la sua mentalità sono fonti di ispirazione”. Lipari infine ha fissato i propri obiettivi futuri: “Sogno di arrivare in Prima Squadra. Ma prima pensiamo a fare bene con la Primavera". 

Youth League, Milan-Porto: data, orario e dove vederla
Catellani: "Primavera, obiettivo promozione. Il Modena punta sul vivaio"