x

x

Dopo aver svolto la rifinitura mattutina, questa sera il Pisa di Alberto Aquilani ospiterà il Modena nel posticipo della ventisettesima giornata del campionato di Serie B. Una gara molto importante per entrambe le formazioni, che attualmente occupano la zona centrale della classifica ma rischiano - soprattutto i toscani -, in caso di passi falsi, di finire risucchiate verso il basso e dunque nella pericolosa lotta per la salvezza. 

Pisa, tre Primavera per Aquilani

Come si apprende dal sito ufficiale del Pisa, per la gara di questa sera Aquilani ha inserito anche tre giocatori della Primavera nerazzurra nell'elenco dei convocati. Tra questi ci sono il centrocampista Miha Trdan, classe 2005, e l'attaccante Adrian Raychev, nato nel 2006. Ai due si aggiunge Mattia Sala, centrocampista classe 2005 alla prima convocazione ufficiale in prima squadra. Lo sloveno Trdan ha infatti collezionato quattro apparizioni in panchina, nel campionato di Serie B, nel corso di questa stagione. Un'esperienza già vissuta anche da Raychev, che in occasione della gara del 2 febbraio contro il Cosenza era a disposizione di mister Aquilani. 

Pisa Primavera
Il Pisa Primavera in campo 

Chi è Mattia Sala: dal Milan al Pisa, sognando l'esordio

Per Mattia Sala, dicevamo, la chiamata di Aquilani rappresenta invece una piacevole novità. Arrivato al Pisa nell'estate del 2023, Sala è cresciuto nel settore giovanile del Milan, dove ha svolto la trafila completata con un'ultima stagione nella squadra U18. Il Pisa lo ha portato all'ombra della Torre puntando su di lui, almeno inizialmente, per la formazione Primavera, con la quale finora ha collezionato 14 presenze e 4 gol nel corso di questa stagione che li vede terzi in classifica. In grado di giocare sia come trequartista che come esterno offensivo, il giocatore classe 2005 questa sera si metterà a disposizione di Aquilani in vista del match con il Modena, sognando di avere la possibilità di coronare il sogno dell'esordio tra i grandi. 

Sardo, dalla Serie D alla Lazio: Sarri osserva il centrocampista
Milan, Abate sorride: "Cosa posso chiedere di più ai miei ragazzi?"