Calciomercato

Inter, Ausilio guarda all'estero: piace il turco Uzun

Il Ds nerazzurro, Piero Ausilio, tiene gli occhi aperti anche nelle serie minori estere e ha nel mirino una giovane promessa

08.02.2024 15:07

Anche l'Inter si iscrive alla corsa per Can Uzun, giovane attaccante di origine turca classe 2005 di proprietà del Norimberga, che attualmente milita nella Serie B tedesca.

Uzun nel mirino dei nerazzurri

Secondo quanto riporta Florian Plettenberg di Sky Deutschland, infatti, i nerazzurri si sarebbero inseriti per il giocatore chiedendo, così come il Newcastle, informazioni sulla sua situazione. Ma l'interesse per Uzun è molto alto, tanto che - riferisce Plettenberg - ci sarebbero anche Borussia Dortmund e Eintracht Francoforte, sempre molto attente ai giovani. Non sarà facile battere la concorrenza, anche se il fascino di giocare sotto le luci di San Siro attrae e non poco. Tempo di bilanci in casa Inter, con Lautaro e Thuram sempre più al centro del progetto e pronti a formare il tandem d'attacco anche per la prossima stagione, salvo offerte monstre. Diverso il discorso per Sanchez e Arnautovic, i cui ritorni non sono stati fin qui degni di nota; motivo per cui la dirigenza si è mossa di conseguenza, con Taremi dal Porto pronto alla firma. Non finisce qui, perchè nel caso in cui dovessero salutare sia il cileno che l'austriaco, servirebbe una quarta punta: perchè non proprio Can Uzun?

Inter
Inter: i nerazzurri puntano il turco Uzun

Chi è Can Uzun

Il suo nome è Can, il cognome Uzun. Attaccante classe 2005 del Norimberga, con la quale sta trascorrendo la sua terza stagione. Prima, se si considera lo step con i grandi, siccome le due precedenti stagioni le ha trascorse con il settore giovanile, nonostante l'esito in zona gol non sia mai mutato. Una vera e propria macchina da gol: 22 nella stagione 2021-22, 21 quella dopo e già in doppia cifra in questa. Sono infatti dieci le reti siglate fin qui in appena diciotto presenze in campionato; bottino che aumenta se si considera anche la Coppa di Germania, arrivando a contare tredici reti in venti presenze. Impiegabile sia come punta centrale che sulla trequarti, ruolo che più gli si addice nonostante il fisico possente. Un metro e ottantasei centimetri fanno di lui una vera forza della natura, per un ragazzo che all'anagrafe ha compiuto diciotto anni solo da qualche mese. Il classe 2005 ha un contratto in scadenza nel 2027, ma la sensazione è che non rimanga a lungo nella serie minore tedesca. Perfino il cittì della Nazionale turca, Vincenzo Montella, lo tiene sott'occhio. Plausibile una convocazione con la Nazionale maggiore a breve, sulla scia di quanto successo al connazionale nonché coetaneo, Kenan Yildiz.

Kumi, esordio in Serie A: il legame con Sassuolo e la sua storia
Riforme Serie B, lodo Balata: no alle seconde squadre