Esclusive

ESCLUSIVA MP - Avv. Giannelli: "Sentiremo parlare di Dibello del Bari. Ecco i giovani pronti per la A..."

Le parole dell'Avvocato Giannelli in vista della situazione mercato

Manuel Contartese
10.06.2020 12:00

Avv. Gianelli

LEGGI TUTTE LE NEWS DI MERCATO

Periodo molto particolare per il calcio in generale, se la A e la B hanno avuto l'ok per ripartire e terminare la propria stagione regolare, in C si disputeranno soltanto Playoff e Playout per promozioni e retrocessioni, con Monza, Reggina e Vicenza già certe di far parte della serie cadetta nella prossima stagione. Una situazione particolare e un ritorno in campo con tanti dubbi e poche certezze, su tutte la tenuta fisica dei giocatori fermi ormai da tre mesi e che dovranno disputare una partita ogni tre giorni. Ecco che diventa fondamentale avere un buon settoregiovanile per sopperire a queste fatiche. Argomenti di attualità e che in tanti si stanno chiedendo e noi abbiamo voluto far due chiacchiere con l'Avvocato Giannelli, che collabora con l'Agente Fifa Valeriano Narcisi. Oltre alla situazione giovani, abbiamo chiesto anche qualcosa sul mercato, come sarà e con quali modalità. Ecco di seguito le parole dell'Avvocato Giannelli ai nostri microfoni: 

SERIE A, ECCO I NOMI DEI GIOVANI CHE POTREBBERO ESORDIRE

Cosa ne pensa dell'attuale situazione del Campionato Primavera? 

“Come è noto, il campionato Primavera al momento è sospeso causa emergenza da coronavirus. Diciamo che è in una situazione di standby dacchè ancora non è stato comunicato lo stop definitivo da parte degli Organi competenti, come, del resto, avvenuto per gli altri campionati giovanili. Ad ogni modo, credo che per le reali difficoltà logistiche ed economiche che le società devono affrontare il campionato verrà archiviato definitivamente”.

FUTURO IN DUBBIO PER MALDINI: SARA' ADDIO?

Si vocifera della possibilità di un Campionato Primavera 1 a 18 squadre per il prossimo anno: quali sono i suoi pareri a riguardo? 

“Lo stop definitivo del Campionato Primavera 1 porterebbe a delle conseguenze non indifferenti sia sull’attuale stagione sia sull’organizzazione del prossimo torneo. In questi giorni, infatti, sembrerebbero sempre più insistenti le voci di un ipotetico congelamento della classifica (in tal caso verrebbe comunicata alla UEFA la squadra partecipante alla prossima Youth League), di un blocco delle retrocessioni in Primavera 2, della mancata assegnazione dello Scudetto così come della Coppa Italia e della Supercoppa. Decisioni, queste, che se dovessero essere ufficializzate comporterebbero inevitabilmente un cambio di format per la prossima stagione sportiva con un Campionato non più a sedici squadre bensì a diciotto, oltre ad ulteriori variazioni del regolamento della manifestazione. Certamente, anche il Campionato Primavera 2 vedrebbe stravolta la prossima competizione con un torneo non più a ventiquattro squadre ma a venticinque/ventisei in due gironi. Insomma, trattasi di decisioni forzate e dettate dal momento storico che, purtroppo, stiamo attraversando”.

 

Come pensa si svolgerà il calciomercato quest'anno? E come cambierà il mercato relativo al settore giovanile?

“Quest’anno potrebbe cambiare la concezione ed il modo di fare il calciomercato. In questi giorni sentiamo spesso parlare di crisi economica da pandemia. Molti Club, infatti, potrebbero fare i conti sul piano economico con gli effetti negativi del post-coronavirus. Pertanto, ad oggi, pensare di concludere operazioni molto onerose potrebbe essere solo un lontano ricordo. A mio avviso, le Società, soprattutto quelle medio piccole, dovrebbero puntare di più sulla valorizzazione dei propri giovani calciatori, anche al fine di contenere i costi. Per quanto riguarda il mercato del settore giovanile bisognerà capire come si evolverà la questione relativa al blocco di età”.

 

La ripresa del Campionato comporterà un calendario fitto e le squadre dovranno giocare a ritmi serrati: pensa che questa sarà un'opportunità per vedere un maggior impiego dei giovani? Quali ragazzi potrebbero già essere pronti per essere lanciati in prima squadra? 

“Si, credo che con tante gare ravvicinate ed il pericolo infortuni dietro l’angolo (dovendo i calciatori giocare praticamente ogni tre giorni) ci sarà l’opportunità per i giovani di trovare impiego e, conseguentemente, di mettersi in mostra. Vi dico che Colombo del Milan, Riccardi della Roma, Cortinovis dell’Atalanta ed Armini della Lazio potrebbero essere già pronti per essere impiegati in prima squadra”.

LEGGI LA NOTIZIA DEL RINNOVO DI ARMINI

Tra i giocatori che segue, c'è qualcuno che secondo lei potrebbe essere una sorpresa nel Campionato Primavera della prossima stagione? 

“Certamente Samuele Dibello, classe 2003, attualmente tesserato con l’SSC Bari, che in caso di promozione dei galletti in Serie B farebbe sicuramente parte della Primavera. È un ragazzo dalle grandi doti tecniche, in grado di ricoprire sia il ruolo di trequartista che di mezz’ala. Ha le attenzioni di alcuni Club di Serie A e B”.

Riproduzione consentita previa citazione della fonte Mondoprimavera.com

 

Primavera, il campionato non riprenderà. Si giocherà la finale di Coppa Italia
Inter, l'Atalanta punta forte Esposito