Primavera 1

Primavera 1, c'è la sosta! Dopo quattro giornate è tempo di primi bilanci

Prime impressioni dopo quattro giornate del Primavera 1

30.09.2021 12:00

Nel calcio giovanile, si sa, le gerarchie sono difficili da stabilire e le sorprese sono sempre dietro l'angolo. Dopo quattro giornate di Primavera 1 non è semplice fare bilanci, anche perché può cambiare tutto giornata dopo giornata, come successo anche nella scorsa stagione. Noi vogliamo parlare delle nostre prime impressioni che queste gare iniziali ci hanno regalato: partite belle, equilibrate e quasi mai scontate. 

Partiamo dalla capolista Roma, una squadra che come sempre ci abitua a vedere un bel gioco e una formazione capace di essere una schiacciassi di questo campionato. E' ancora presto per dirlo, ma la rosa a disposizione di mister De Rossi è composta da giocatori molto interessanti e che possono trascinare i giallorossi ad obiettivi importanti. Inoltre avere Mourinho come osservatore speciale può e deve dare qualcosa in più ai ragazzi. 

LA CLASSIFICA DEL PRIMAVERA 1

Conferme che possono essere anche le big che hanno dominato nella scorsa stagione: Atalanta, Inter, Empoli e Juventus, anche se i bianconeri hanno avuto un paio di passi falsi che devono servire da lezione per crescere. Una squadra giovane e senza fuoriquota quella di Bonatti che può e deve far di più, la dimostrazione è la grande prestazione mostrata contro l'Inter. Nerazzurri al primo vero passo falso della stagione, ma la squadra di Chivu ha dimostrato di avere già un'ottima intesa e che la sfida contro i bianconeri può essere soltanto un caso isolato. Gli azzurri, campioni d'Italia, hanno iniziato con il freno a mano tirato, ma in netta ripresa in queste ultime giornate e il 6-0 contro la SPAL fra presagire un'altra bella stagione per la squadra di Buscè. La situazione della Dea è la stessa dei toscani: dopo la sconfitta alla prima giornata ha ritrovato gioco e gol, da sistemare, invece, la fase difensiva, per continuare ad essere ai vertici del calcio giovanile. 

In vetta alla classifica troviamo le due sorprese di questo avvio: Genoa e Cagliari. I liguri possono essere la mina vagante di questa stagione, nonostante il passo falso alla seconda giornata sono riusciti poi a trovare due vittorie di misura importanti per rilanciarsi in classifica. Una squadra rinnovata con i campioni d'Italia U18 e qualche conferma possono essere un ottimo mix per mister Chiappino. I sardi sono a zero sconfitte in queste prime giornate, due  vittorie e due pareggi per la squadra di Agostini che ha trovato continuità dopo una stagione, quella scorsa, non del tutto positiva. 

CLASSIFICA MARCATORI PRIMAVERA 1

Menzione per Torino e Napoli, due squadre che arrivano da situazioni diverse: i granata dopo la salvezza all'ultima giornata della passata stagione devono sicuramente fare di più in questa annata che ha già fatto intravedere un'ottima rosa nonostante sia arrivata una sconfitta nell'ultimo turno contro l'Empoli. I partenopei giocano molto bene fuori casa, bella la vittoria esterna contro la Juventus, ma poi sciupano in casa. Serve avere equilibrio per continuare a far bene nel Campionato Primavera e i nove gol subiti tra le mura amiche devono essere un monito per una squadra che qualitativamente può dire la sua. 

Nella seconda metà della classifica troviamo in alto SPAL e Lecce, due squadre che giocano bene e che possono sicuramente risollevarsi in classifica e dare battaglia su ogni campo come successo sino ad ora. Per i ferraresi la sconfitta pesante di Empoli poteva essere un campanello d'allarme, ma che sembra essere passato dopo l'ottima prestazione contro il Cagliari. Pugliesi che da neo promossa stanno regalando ottime prestazioni e contro il Genoa è arrivata la prima sconfitta con più di qualche rimpianto. 

La Sampdoria difficilmente potrebbe ripetere la stagione positiva conclusa al primo posto, ma sicuramente può e deve fare di più. Avvio non del tutto positivo e le qualità della rosa devono uscire. Discorso diverso per l'Hellas Verona, inizio a mille con la vittoria contro i Campioni d'Italia e poi un punto in tre partite con un leggero passo indietro nell'ultima sfida, vero contro una Roma dominante, ma gli scaligeri ci hanno abituato in questi anni a ben altro gioco. Squadra, quella di Corrent, che può crescere e dire la sua nel corso della stagione. 

Pescara, Fiorentina e Bologna sono alla prima vittoria in stagione dopo l'ultima giornata. Viola e Felsinei devono assolutamente cancellare i fantasmi della scorsa stagione, l'inizio non è molto positivo e forse i tre punti possono essere una liberazione in questo senso, da monitorare, però, le prossime partite. Due squadre apparse con ottime qualità offensive, ma con qualche amnesia difensiva che lascia un po' di dubbi. 

Infine l'analisi termina con le due squadre che sin qui stanno deludendo: Sassuolo e Milan, due compagini che stanno facendo fatica a trovare punti e gol per invertire la rotta. I rossoneri nonostante la posizione in classifica riescono a far intravedere un po' di gioco e lottare, i neroverdi invece per ora stanno deludendo sotto tanti punti di vista. I ragazzi di Bigica faticano a segnare, solo uno in quattro giornate e fanno intravedere una buona fase difensiva che al momento però non basta a raccogliere punti e vittorie. 

Analisi dettata sulla base di quanto si è visto in queste prime giornate di campionato e che sicuramente potrà essere sovvertita o confermata con il proseguo della stagione. Dal 16 ottobre si torna in campo dopo la sosta e da li si potrà capire come riprenderanno le varie rose. E voi, cosa ne pensate di questo avvio di campionato? Quale squadra che vi ha deluso di più e quale invece vi ha sorpreso sin qui?

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 4^ giornata: Gyan balza in vetta, Raimondo ancora in gol
Milan-Atletico Madrid, le pagelle del Diavolo: Gala salva i rossoneri, Di Gesù inventa