Roma

Roma, Mourinho dà spazio anche a Missori

Esordio in Conference League per il laterale

26.11.2021 07:35

Roma-Zorya di ieri sera ha portato diverse buone notizie ai giallorossi di Mourinho: oltre alla vittoria per 4-0 che ha sancito il passaggio al turno successivo di Conference League, è arrivato l'esordio di un altro protagonista della Primavera di Alberto De Rossi. Al 79', sul risultato già messo in ghiaccio con le reti Carles Perez, Zaniolo e la doppietta di Abraham, scocca l'ora di Filippo Missori: il laterale classe 2004 fa il suo ingresso in campo al posto di Mkhitaryan, diventando così il primo classe 2004 italiano a fare l'esordio tra i grandi. Dopo l'exploit di Félix Afena-Gyan, il crescente utilizzo di Ebrima Darboe e le apparizioni frequenti di Nicola Zalewski, Josè Mourinho continua ad attingere dal settore giovanile per trovare alternative al suo organico. Erano a disposizione anche altri due prodotti del 2002 come Filippo Tripi (capitano dell'U19) e Edoardo Bove (nazionale U20 e protagonista dello scorso Primavera 1).

Questo il commento di Missori dopo la fine del match: "Un'emozione incredibile per me che sono cresciuto in questa società. Il mister mi ha dato questa opportunità e lo ringrazio molto, mi ha chiamato e mi sono fatto trovare pronto senza timore e ansia. Ci abbiamo scherzato su prima di entrare e a fine partita mi ha regalato il pallone per ricordare l'esordio. Mourinho è un grande allenatore da sempre, è un privilegio allenarmi con lui, a fine partita mi ha regalato il pallone come premio per l'esordio. Quando mi chiama mi faccio sempre trovare pronto e tutto il lavoro è stato ripagato. Dedico l'esordio alla mia famiglia, mi è sempre stata vicina nei momenti belli e brutti. Ai miei amici che erano allo stadio e alla mia ragazza, che mi sta sempre vicina".

Ma la vera chicca su Missori l'ha regalata proprio il tecnico portoghese dopo la partita ai microfoni di DAZN: "Ha giocato la prima partita a 17 anni con la sua amata Roma. Ieri sono andato a scuola, era con gli altri ragazzini e oggi è in prima squadra. È un traguardo importante per lui e i suoi amici di scuola".

ENTRA SU FOOTLOOK IL PRIMO SOCIAL DEDICATO INTERAMENTE AL MONDO DEL CALCIO

Lo si può dire, dunque, senza peli sulla lingua: allo stato attuale la Roma è la regina per la crescita dei giovani nel nostro paese, in attesa che altre società seguano le orme dei giallorossi con una progettazione valida per il vivaio. 

Primavera 4, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata
Padova, il Sassuolo ha messo gli occhi sul baby attaccante Vasic