Parma

Udinese-Parma, le pagelle degli emiliani: Maliszevski l'unico a salvarsi, squadra inconsistente

Le pagelle degli ospiti

02.04.2022 16:01

Maliszewski 7,5: mette il mantello da Super-Man e salva i suoi più e più volte. Con le sue parate tiene il Parma in linea di galleggiamento, soprattutto dal primo gol dell'Udinese in poi. Tiene da solo la baracca, ma affonda per colpe altrui e sotto i colpi degli attaccanti bianconeri.

Vona 5,5: in apnea nella ripresa, i compagni non lo aiutano a riprendere fiducia.

Vaglica 5,5: meglio nel primo tempo, sprofonda insieme al gruppo nei secondi 45'

Bertolotti 5,5: il meno colpevole della debacle emiliana nella ripresa. Ci prova, con voglia ma poca qualità.

Mallamo 5,5: la grinta è oggettivamente da lodare, ma è troppo frenetico e spesso va fuori giri.

Farucci 5: partecipa attivamente al festival degli errori nella seconda frazione. In confusione totale dal secondo gol avversario in poi.

Costanza 5,5: non esce mai dal torpore in cui è avvolto e partecipa al pasticcio generale. Dal 77'Lusha S.V.

Ambrosino il nuovo “scugnizzo” del Napoli

De Rinaldis 5: impalpabile, un fantasma nella ripresa; nascosto tra le maglie della difesa, si eclissa e non entra mai in partita.

Sementa S.V.: la sfortuna lo assale, costringendolo alla resa al 15' per delle noie muscolari. Dal 15'Basili 6,5: entra e timbra subito il cartellino, con il raddoppio che avrebbe potuto spianare la strada ad una vittoria agevole. Da lì in poi, si affievolisce, spegnendosi definitivamente nel secondo tempo.

Haj 5,5: fatica enorme nel valutarlo, tra i compagni che non lo servono con continuità e lui che ci mette del suo, sparendo dal campo per ampi tratti di gara.

Marconi 6: se cercate sul dizionario il significato della parola cinismo, probabilmente troverete il suo nome e cognome. Primo squillo, primo gol; poi fa fatica arginato bene dai centrali avversari, finendo per essere annullato completamente.

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Virtus Entella-Alessandria, le pagelle dei biancocelesti: Coly roccioso, Thioune sfortunato