FOTO FIGC
Nazionali Giovanili

Italia U21, Yeboah: "Il Ct ci ha chiesto di fare squadra. Gruppo ottimo, mi sono trovato subito bene"

02.09.2021 20:11

In conferenza stampa oggi ha parlato, oltre al Ct, anche l'attaccante Kelvin Yeboah, uno degli esordienti in questo nuovo gruppo azzurro. Le sue parole riguardanti la sua carriera e la preparazione alla sfida contro il Lussemburgo, come riportate dalla FIGC

“Sono venuto in Italia nel 2004 quando avevo 4-5 anni, il passaporto l'ho preso da un bel po'. Calcisticamente parlando ho giocato a Monza, Novara, poi sono andato al Gozzano e successivamente al West Ham, infine in Austria nel Tirol Innsbruck e ora nello Sturm Graz dove sto giocando l'Europa League. Consiglierei a chiunque di giocare all'estero, vivere da solo in un altro Paese ti aiuta a crescere come persona e come giocatore. Ti abitui a fare le cose da te, a non dipendere dalla mamma e da nessuno, scoprire il mondo è importante, è un'esperienza che va vissuta perché aiuta in tutti i campi. Da ragazzo ero molto piccolo ed esile, non ho avuto molta fortuna all'inizio e ho deciso di andare a Londra. Lì sono cresciuto, ho imparato altri stili di gioco che mi hanno aiutato nella mia carriera; mi sono trovato molto bene, ho imparato a gestire il mio corpo e a sfruttare la mia velocità. In Austria facciamo un po' più di tattica, ma passare dall'Italia all'Inghilterra mi ha aiutato molto. Qui mi sono trovato molto bene, alcuni ragazzi di questo gruppo li conoscevo già da piccolo perchè ci ho giocato contro sono ragazzi molto bravi ed educati. Il mister ci ha chiesto di giocare assieme, due-tre cose tattiche da fare in campo, ma soprattutto ci ha chiesto di fare squadra in pochi giorni e di avere tutti gli stessi obiettivi”.

Primavera 4, le classifiche dei quattro gironi
UFFICIALE - Vis Pesaro, il baby Agostini si trasferisce al Monza