Generiche

Gli agenti Tommasi e Pomponi: “Per diventare professionisti servono in primis qualità umane”

Ai nostri microfoni Tommasi e Pomponi dell'agenzia Fuori dal Campo

21.09.2021 10:14

Entrambi Consulenti del Lavoro, Adriano Tommasi e Tiziano Pomponi, gravitano da tempo nel mondo del calcio. Sono infatti anche dei procuratori sportivi e seguono i loro ragazzi con competenza, professionalità e serietà. Con sede a Roma, la loro società denominata “Fuori dal Campo” si sta distinguendo tra gli addetti ai lavori per le qualità sopra riportate dai due soci che la rappresentano e per la disponibilità nel soddisfare ogni esigenza dei loro assistiti.

Dott. Tommasi, da quanto svolge la professione di procuratore sportivo? 

“Sono procuratore sportivo dal 2011. Nel corso di questi anni, ho avuto modo di conoscere ed assistere moltissimi ragazzi e l’esperienza maturata durante questo tempo, mi consente di consigliare per il meglio i calciatori che assistiamo siano essi giovani calciatori o professionisti di lungo corso”.

Quali differenze ha potuto riscontrare nell’assistere calciatori giovani e calciatori professionisti?

“Cambiano le esigenze e le priorità. Per un calciatore professionista ci sono priorità, come ad esempio quelle di natura familiare, che non riscontriamo nell’assistere giovani calciatori per i quali, diversamente, possono essere preponderanti esigenze di natura scolastica o legate alla crescita professionale del ragazzo. Personalmente mi occupo più di seguire i calciatori cosiddetti “over” mentre il mio socio, il Dott. Pomponi, si occupa prevalentemente dei giovani”.

Dott. Pomponi, quindi è lei ad occuparsi dei giovani prospetti?

“Si, è proprio così. Mi occupo più da vicino dei ragazzi del settore giovanile sia professionistico che dilettantistico coordinandomi con la rete di osservatori che abbiamo in tutta Italia la quale ci segnala i migliori prospetti del nostro panorama calcistico”.

Su quali basi scegliete i calciatori da assistere? 

“Oltre, ovviamente, all’aspetto tecnico, riteniamo fondamentale instaurare un rapporto con i nostri assistiti basato su criteri di reciproco rispetto e fiducia. A nostro modo di vedere, per diventare campioni le qualità umane devono andare di pari passo con quelle sportive”.

Dott. Tommasi cosa crede vi contraddistingua rispetto agli altri procuratori?

“Sia il sottoscritto che il Dott. Pomponi siamo Consulenti del Lavoro e questo ci consente di fornire un’assistenza a 360 gradi in favore dei nostri assistiti non solo in ambito sportivo ma anche in ambito lavorativo. Non nascondo che questo connubio è molto apprezzato dai dirigenti sportivi dei vari club”.

Quali tra i vostri ragazzi ritenete abbia maggiori doti per emergere? 

“A nostro parere Raul Talarico, classe 2002 ex primavera del Vicenza, ha tutto per arrivare ad alti livelli: è un calciatore che ricorda un po’ Barella. Allo stesso modo, anche Andrea Frustaglia classe 2003 della primavera del Crotone, è un prospetto da tenere in debita considerazione”.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 10^ giornata: Voelkerling tallona la vetta
Foggia, Pavone sul Primavera 3: "Girone competitivo. L'obiettivo resta quello di portare qualche ragazzo a fare il salto nel calcio professionistico"