Napoli

Hellas Verona-Napoli, le pagelle degli azzurri: Barba è un muro, Ambrosino impatto devastante

Le pagelle della squadra azzurra

06.02.2022 13:40

Idasiak 6: incolpevole in occasione dei due gol, si fa trovare pronto quando chiamato in causa anche in uscite non banali

Barba 7,5: perno della difesa campana, chiusure tempestive, coperture intelligenti ed alcune scivolate decisive e sui calci d'angolo anche offensivi svetta quasi sempre di testa impattando il pallone, senza di lui in campo oggi il punteggio sarebbe stato sicuramente più severo

Costanzo 6: prestazione sottotono per il numero 3 azzurro che spesso non riesce a contenere Terraciano fisicamente, tuttavia effettua qualche chiusura puntuale e dà una mano ai compagni di reparto

Cioffi 6,5: ha come arma la velocità e la sfrutta molto bene diventando a volte imprendibile per la retroguardia gialloblu, peccato che gli manchi freddezza sotto porta e qualche scelta di gioco sia da rivedere (dal 70' Toccafondi 6: non cambia le sorti del match limitandosi a collaborare coi compagni per mantenere l'equilibrio del match)

Spavone 5,5: prestazione nell'ombra la sua, non viene chiamato spesso in causa e non effettua nessun passaggio illuminante, non riesce ad arginare se non fallosamente, cosa che gli costa il cartellino giallo, il fronte offensivo gialloblu oggi, sicuramente si rifarà nella prossima partita (dal 70' Di Dona 6: ingresso in campo un po' neutro il suo, limitato a passaggi in orizzontale e qualche movimento intelligente a creare spazi o a chiuderli)

Manè 6: inizia molto bene la partita con buone coperture e qualche lancio molto preciso, prova addirittura la conclusione con grande personalità, col passare dei minuti perde di lucidità e concede il rigore agli avversari a pochi secondi dalla fine

Marchisano 7: prestazione dispendiosa la sua, molta corsa e sacrificio, salta l'uomo sempre agevolmente ed è suo l'assist per il gol del momentaneo pareggio

Vergara 7,5: un metronomo a centrocampo quest'oggi, passano moltissimi palloni dai suoi piedi e tutti precisi e intelligenti, i suoi cross sono spesso velenosi e si concede anche qualche dribbling costringendo gli avversari al fallo, buona anche la sua prova difensiva con molti palloni recuperati (dal 95' Gioielli s.v.)

D'Agostino 6,5: prestazione un po' sottotono la sua rispetto a quelle a cui ci ha abituato il numero 32 azzurro, qualche buon dribbling nello stretto che permette ai suoi di guadagnare numerosi falli e qualche passaggio preciso per i compagni (dal 55' Ambrosino 7,5: impatto devastante sul match, entra e segna al primo pallone toccato riportando la partita sul risultato di parità, protegge molto bene la palla spalle alla porta e dà nuova vitalità alla squadra)

Giannini 6,5: molto veloce sulla sua corsia, è una minaccia per i gialloblu, tuttavia la sua prestazione va calando col trascorrere del tempo e i suoi tentativi di conclusione no costituiscono mai un pericolo (dal 75' Mercurio 6,5: entra con voglia di fare e di prendere parte alla manovra d'attacco azzurra, difficile da contenere per i padroni di casa)

Saco 7: in mezzo al campo domina grazie alla sua fisicità, vince tutti i contrasti aerei e non e recupera buoni palloni, a volte deve frenare il suo impeto per non commettere troppi falli

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Torino-Lecce, le pagelle dei granata: Angori instancabile, la difesa non lascia spazi