Esclusive

ESCLUSIVA MP - Parla Semino (Buoncalcioatutti.it): "Il Genoa può puntare ai playoff. Contro l’Inter si cercano importanti conferme"

Verso Genoa-Inter, le parole di Lorenzo Semino sulla Primavera rossoblu

Valerio Caccavale
18.10.2019 12:48


 

C’è grande attesa per il big match di Sabato alle 11, tra Genoa e Inter. Archiviata la sosta per le nazionali, Mister Chiappino rivedrà la sua squadra scendere in campo contro un avversario temibile. Alla quinta giornata del campionato Primavera 1 già si possono tracciare i primi bilanci. Terzo posto, al fianco con il Cagliari, per i grifoncini che sono partiti come un rullo compressore in queste prime giornate. Per arpionare il secondo posto sono vietati passi falsi contro la capolista del campionato . Ai nostri microfoni è intervenuto Lorenzo Semino, giornalista di Buoncalcioatutti.it per esprimere qualche sensazione a caldo in vista del match di domani.

Da quel finale di stagione da brividi della scorsa stagione al sorprendente inizio di quest’anno. Chi è il responsabile di questa trasformazione?

"Al netto della caratura dei singoli giocatori e dei nuovi innesti, è un Genoa trasformato nella sua stessa mentalità grazie soprattutto alla grande esperienza di mister Chiappino. D’altronde i numeri parlano chiaro: sempre con la primavera rossoblu Luca Chiappino ha vinto scudetto, coppa Italia e supercoppa. Ora ha la possibilità di rifare bene sempre in territorio ligure. Ha centrato i primi risultati della stagione con importanti vittorie che hanno rafforzato il morale della squadra. Il futuro del Genoa Primavera deve ripartire da lui."

Il Genoa, all’avvio di questo campionato, è la squadra che attualmente ha incassato meno gol. Solo numeri o c’è qualcosa di più?

"Sono dati importanti e certezze che fanno ben sperare per il corso della stagione. È una difesa quasi invalicabile, con perfette sincronie e movimenti giusti tra i giocatori. Luca Chiappino in questo ci lavora molto e chi lo conosce sa che la manovra dei suoi ragazzi parte sempre da dietro. Turnover? A eccezione del match della Primavera Tim Cup con qualche appannamento di troppo, i grifoncini stanno dimostrando di sapersela cavare anche per quanto riguarda le rotazioni. Ci vuole tempo ma l’umore è quello giusto. L’attaccamento alla maglia e l’appartenenza al territorio ligure è molto sentita tra i ragazzi e questo, è un altro grande valore aggiunto. L’intesa c’è, ora dovranno continuare su questi ritmi se vorranno restare in zona playoff."

Domani scenderanno due squadre agguerritissime per la corsa scudetto. L’Inter per ora è in testa con 12 punti insieme all’Atalanta. Qual’è il tuo pronostico?

"La partita di domani sarà una prova di forza contro un avversario imbattuto. Il messaggio che passa tra le fila del Genoa, è quello di cercare conferme negli schemi tattici e nella manovra cha abbiamo visto in questo inizio di stagione. Sarà sicuramente un buon test per certificare il potenziale di questa squadra. Se il Genoa darà filo da torcere ai nerazzurri già nei primi minuti del match potremmo vedere tanti gol."

Dando uno sguardo alle prime giornate chi sarà la sorpresa di quest’anno? 

"È un Genoa da tenere d’occhio. In ogni reparto. Per quanto riguarda il centrocampo, Rovella è sempre di più padrone del gioco ed è dominante in mezzo al campo. Quest’anno può essere il suo trampolino di lancio se continuerà a fare bene. Occhio anche ad Eboa, lottatore inesauribile e con grande voglia di fare, impossibile paragonarlo ad altri top player. L’ex Bordeaux ha un talento purissimo e potrebbe dare una grossa mano nel corso di questa stagione."

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata: Juwara e Colley si prendono la vetta, Gagliano insegue
Lazio-Atalanta, le pagelle dei biancocelesti: Armini non delude, Zilli spreca troppo