Primavera 1

Lazio, Castigliani ai raggi X: forza e velocità per l'attacco biancoceleste

Conosciamo meglio il giovane attaccante della Primavera

Valerio Abagnale
28.01.2021 18:30

La Lazio ha da sempre avuto un ottimo feeling nel lanciare e far crescere i giovani nel proprio settore giovanile. Dopo la retrocessione di un paio di anni fa dal Primavera 1, i biancocelesti sono riusciti a risalire dopo una sola stagione nella massima serie del calcio giovanile. In questa stagione sono diversi i ragazzi che si sono messi in mostra con la squadra di Menichini in Primavera: tra i tanti nomi, c'è anche quello dell'attaccante classe 2003 Simone Castigliani

Castigliani, come detto, è un attaccante robusto, alto 173 cm circa con una muscolatura abbastanza sviluppata: dotato di forza e velocità, può definirsi un attaccante potente. A completare il quadro fisico-atletico del ragazzo c'è una discreta progressione palla al piede. Destro naturale, può vantare un'ottima tecnica di base. Nel corso della stagione è stato impiegato in diversi ruoli dell'attacco: centrale, esterno e all'occorenza anche trequartista, ma il ruolo ideale per il ragazzo è sicuramente quello più avanzato e in accoppiata. Per quelle che sono le sue caratteristiche, si sposa bene assieme ad un'altra punta di ruolo, in modo tale che possa avere più libertà di movimento e di attaccare anche la profondità e gli spazi. Predilige smarcarsi sul centro-sinistra in modo tale da poter rientrare sul piede forte, mentre ha più difficoltà quando viene schierato come unico attaccante. Grazie alla sua velocità è efficace nell'uno contro uno: essendo dotato di un buon dribbling, riesce spesso a creare superiorità numerica per la sua squadra. Un'arma di cui mister Menichini non può fare a meno. Pur giocando sotto età, Castigliani ha tutte le carte in regola per crescere ancor di più e diventare determinante.

V.A.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 13^ giornata: Munteanu guadagna un paio di posizioni
Primavera 2, il programma della 7^ giornata