Milan

Milan-Cagliari, le pagelle del Diavolo: Di Gesù il più pericoloso, bene Nasti

La pagella del Milan

09.04.2022 12:45

Desplanches 6: esente da colpe in occasione delle quattro reti incassate, evita che il Cagliari dilaghi ulteriormente ipnotizzando Tramoni.

Coubis 5: uno degli interpreti più in difficoltà della retroguardia rossonera; i rossoblu riescono quasi sempre a sfondare sulla sua fascia.

Nsiala 5,5: soffre l'aggressività e l'intrapendenza degli avversari creando buchi in fase difensiva; a dieci dalla fine stende Lovumbo lasciando il Milan in dieci uomini.

Di Gesù 6,5: il più attivo della squadra di Giunti, crea molte occasioni che però non sempre vengono sfruttate dai suoi compagni di squadra. Ha il merito di segnare il goal del temporaneo pareggio che in fin dei conti però non riesce a salvare i padroni di casa dalla seconda sconfitta consecutiva.

Robotti 5: non da la giusta fluidità al centrocampo rossonero; si perde Luvumbo in occasione del raddoppio sardo.

Capone 6: non la sua migliore gara ma è sempre presente, partecipa con un bella combinazione con Lazetic al pareggio di Di Gesù.(dal 79' Obaretin 5: entra male in partita perdendosi, da ultimo uomo, Vinciguerra.)

Tolomello 5: il Cagliari spesso crea superiorità numerica dalle sue parti, presenta delle difficoltà nella fase di contenimento. (dal 79' Foglio:SV)

Borges 5: non è molto partecipe al gioco portato avanti dalla sua squadra.

Lazetic 6: partita da ne infamie ne lodi per il classe 2004; continua il periodo di ambientamento per la punta serba che comunque ha il merito di partecipare al goal di Di Gesù. (dal 60' El Hilali 6: entra con il piglio giusto cercando di rendere vivace la fase offensiva.)

Roback 5,5: Nel primo tempo viene ben controllato dalla difesa rossoblu giocando spesso lontano dalla porta e non creando di fatto occasioni nitide. Nel secondo tempo migliora ma ciò non basta.(dal 60' Nasti 6,5: entra bene dalla panchina creando grattacapi alla retroguardia avversaria. Segna su rigore la rete della speranza.

Bozzolan 5,5: nei primi minuti è uno dei più attivi fra i suoi alternando una buona fase difensiva ad una positiva fase offensiva. Con il passare dei minuti si spegne sparendo un po' dal campo.

 

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Pescara-Inter, le pagelle dei delfini: Blanuta non incide, Servalli evita un passivo che sarebbe potuto essere anche più pesante