Primavera 3

Avellino-Foggia, le pagelle dei rossoneri: bene Castronuovo, il migliore è Totaro

Primavera 3, Avellino-Foggia: le pagelle dei rossoneri

02.10.2021 19:32

Scognamiglio 5: partita insufficiente per l'estremo difensore del Foggia: sulla sua prestazione pesa in modo determinante l'uscita a vuoto in occasione del gol vittoria di Mocanu.

Padalino 6: partita sufficiente per il classe 2004: bene in entrambe le fasi, si fa apprezzare anche in quella offensiva con un paio di colpi di testa.

Tonti 5: partita no per il 3 rossonero: inizia fallendo dal dischetto la ghiotta occasione per il vantaggio e continua il match commettendo qualche errore di troppo, forse anche segnato dall'errore precedente.

Cobuzzi 6: buona partita per il difensore classe 2004: chiude bene gli spazi al diretto avversario e amministra bene il possesso del pallone. (75' Ambrosino Sv).

Cocinelli 5,5: leggera insufficienza per il numero 5: non è perfetto in fase di impostazione, concedendo spesso il possesso di palla agli avversari.

Botticelli 6: sufficienza per il centrocampista rossonero: gestione del pallone buona e passaggi per i compagni quasi sempre precisi. 

Totaro 6,5: ottima partita per il 7 dei pugliesi: tra i più pericolosi dei suoi, va vicino al gol in più occasioni, la più clamorosa alla mezz'ora con un palo colto da pochi metri. (62' Di Canio Sv).

Carnevale 6: sufficienza per il centrocampista classe 2004: ci prova a più riprese, soprattutto con tiri dalla distanza, che non centrano il bersaglio grande.

Luongo 6: sufficienza per il numero 9 rossonero: si dà molto da fare, scendendo e anche di molto per ricevere palla, è bravo nel passaggio per il compagno, ma non riesce a rendersi sempre pericoloso nei pressi della porta avversaria. (82' Moscelli Sv).

Mininno 5,5: partita no per l'attaccante del Foggia: qualche pallone perso di troppo, non sempre nel vivo della manovra offensiva dei suoi e anche qualche fallo commesso, come testimoniato dal giallo ricevuto.

Castronuovo 6: partita sufficiente per il numero 11 rossonero: cerca di rendersi spesso pericoloso, guadagna il rigore che avrebbe potuto portare in vantaggio i suoi e si muove molto, non dando punti di riferimento.

Primavera 4, la classifica marcatori dopo la 9^ giornata
Venezia, 7 giovani lagunari convocati in nazionale per la sosta di ottobre