Primavera 3

Vis Pesaro, nasce il progetto "la cittadella del pallone" dedicato ai giovani

La giunta comunale favorevole al progetto

Emanuele Giacometti
15.04.2021 10:03

La Vis Pesaro 1898 e Mati Group Spa sono liete di annunciare il progetto per la nuova “Cittadella del pallone” a Villa Fastiggi. Nella giornata di martedì la Giunta comunale ha dichiarato di “pubblico interesse e fattibile” la proposta arrivata dalla società biancorossa. Un passo decisivo per realizzare uno spazio fondamentale per la crescita del calcio giovanile e professionistico a Pesaro.

Il progetto consisterà in due nuovi campi di calcio a 11, uno di calcio a 5, campi di paddle, un’area ristoro, una di gioco e una verde, nuovi spogliatoi, palestra, tribune e uffici per il personale della Vis Pesaro, il tutto in ottica sostenibile e di efficientamento energetico, con impianti fotovoltaici e tecnologie LED per i campi da gioco. Un complesso unico, moderno, funzionale e all’avanguardia, dove la società pesarese potrà continuare a crescere, investendo su giovani, qualità e professionalità, con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento sociale e sportivo. 

Nel dettaglio il comunicato ufficiale della Vis Pesaro:

“È un progetto su cui abbiamo lavorato, con la mia azienda, dal primo giorno in cui sono diventato presidente della Vis Pesaro – annuncia il presidente della Vis Pesaro 1898 e di Mati Group Spa Mauro Bosco – Ci tenevo tanto perché come ho già detto in varie occasioni, sono fermamente convinto che la crescita della Vis Pesaro parta dagli investimenti nelle infrastrutture. Grazie a questo progetto la Vis Pesaro 1898 potrà finalmente avere una sua “casa”, una struttura moderna e funzionale in cui potranno allenarsi i nostri giovani”.

“La città continua a investire sullo sport e sui giovani – dicono il sindaco di Pesaro Matteo Ricci e l’assessore con delega allo sport Mila Della Dora – Daremo loro uno spazio all’avanguardia per formarsi e crescere a livello agonistico e, allo stesso tempo, consentirà la riqualificazione urbana ed ambientale di un’importante area».

“Abbiamo avuto la fortuna di interloquire con un’amministrazione comunale seria, professionale e disponibile – prosegue il presidente Mauro Bosco –, requisiti fondamentali per portare a buon fine operazioni di partenariato pubblico-privato come questa. Un ringraziamento particolare va al sindaco Matteo Ricci che non ci ha fatto mai mancare il suo supporto. È sempre stato un sostenitore dello sport, riconoscendone la valenza etica e sociale e ha percepito, fin da subito, l’importanza del nostro progetto per la città”.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 28^ giornata: invariato in vetta, Di Stefano aggancia Prelec
Inter, Agoumé possibile pedina di scambio per arrivare ad un top