SPAL

Le parole di mister Fiasconi dopo Spal-Milan

Le parole del mister spallino a fine gara

Francesco Castrignanò
03.11.2019 16:04

 

La Spal di mister Fiasconi esce sconfitta dal big match della 7^ giornata di campionato Primavera 2A, ma lo fa a testa alta e sicuramente con la convinzione di potersela giocare con tutte le squadre. I padroni di casa per tutta la gara hanno dato filo da torcere ai rossoneri rendedosi pericolosi in molte occasioni in ripartenza, poi quando il pareggio sembrava ormai scritto è arrivata la beffa per gli estensi. Al minuto 93 contropiede della Spal, Sare crossa dentro per Campagna che a tu per tu col portiere colpisce malissimo, permettendo a Soncin di bloccare e di far ripartire il Milan. Proprio in questa ripartenza Brescianini con una grande giocata entra in aerea e imbuca nel'angolino il pallone che regala tre punti ai rossoneri.

Ecco le dichiarazione di mister Luca Fiasconi a fine partita:

Quanto rammarico ha per il finale di partita?

"Perdere fa sempre male ma perdere all'ultimo minuto fa ancora più male. Specialmente dopo l'occasione fallita pochi secondi prima del gol del Milan che poteva farci portare a casa i tre punti. C'è siciuramente il rammarico per il risultato ma abbiamo giocato un ottima partita con una grande squadra, abbiamo concesso poco e siamo sempre stati in partita. Io oggi vedo il bicchiere mezzo pieno e faccio i complimenti ai ragazzi."

All'ora di gioco hai deciso di passare al 3-5-2 sostituendo Babbi con Spina.

"Io spero sempre di giocare con più attaccanti possibili però putroppo nei primi 10/15 minuti del secondo tempo avevamo perso il pallino del gioco e ci eravamo abbassati troppo. Ho deciso di togliere Babbi e giocare con le due ali per avere due giocatori più bravi ad andare negli spazi e buttarsi in profondità. Con l'aggiunta di Spina la squadra ha retto bene fino agli ultimi 5 minuti dove il MIlan,grazie anche ai cambi fatti, ci ha schiacciato nella nostra metacampo."

Nel secondo tempo avete fatto molta più fatica a creare occasioni da gol: secondo lei è una questione puramente tecnica o si poteva fare meglio?

"C'e' sempre qualcosa da migliorare e siamo qui per fare meglio di partita in partita. Secondo me il MIlan è stata superiore a noi i primi 15' minuti e gli ultimi 5 della ripresa, per il resto del secondo tempo abbiamo tenuto bene il campo però purtroppo non abbiamo creato tanto."

Avete giocato sia col Hellas che col MIlan. Secondo te quali tra le due squadre è più forte? E cosa manca ancora alla Spal per essere al loro livello?

" Sono entrambi squadre molto forti. Il Milan da inzio campionato è migliorata molto a livello di intesità e adesso e' in un grande periodo di forma. Per me in questo momento sono alla pari, forse il Milan ha dei cambi di maggior qualità ma l'Hellas è molto ben attrezzata e quando ci abbiamo giocato contro mi ha molto impressionato per la qualità e l'intesità che mettono sul terreno di gioco. Noi siamo una squadra molto giovane, ma dal mio punto di vista manca poco e lavorando cercheremo di colmare questo gap. Alla fine dell'anno tireremo le somme e vedremo cosa siamo riusciti a fare"

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata: Juwara e Colley si prendono la vetta, Gagliano insegue
Hellas Verona, Salcedo ripaga la fiducia di Juric: primo gol in A e tre punti per gli scaligeri