Spezia

Spezia, inizia il nuovo corso con Bonacina e Invernizzi: “Il nostro obiettivo è costruire“

La conferenza stampa del nuovo allenatore e direttore sportivo

Niccolò Parenti
11.09.2020 15:20

GUIDA ALL’ASTA DEL FANTACALCIO PIU’3

http://www.piu3.it/#guida

Mesi molto importanti per lo Spezia, ad  ormai una settimana dal debutto della prima storica stagione in serie A la società ligure cambia i propri ranghi nel settore giovanile con l'ex blucerchiato Giovanni Invernizzi come responsabile, mentre al posto di Alessandro Pierini viene annunciato Walter Bonacina come nuovo allenatore, ormai veterano del campionato primavera dopo l'esperienze con l'Atalanta e la Lazio. Noi di Mondoprimavera.com abbiamo seguito la conferenza stampa di presentazione.

Invernizzi: "Inizio ringraziando il presidente e la proprietà per l'opportunità che mi ha offerto, ho sempre visto lo Spezia in generale e nello specifico con ammirazione e anche con un pizzico d'invidia per le strutture e l'organizzazione".

La vede come una sfida rilanciare il settore  giovanile dopo gli ultimi anni difficili ?

Invernizzi: “Ho conoscenze e stima di quelli che erano prima di me, il campionato primavera poi è diventato più elaborato e competitivo avendo maggiore esposizione televisiva, la società mi ha chiamato per iniziare un nuovo corso“.

Ci saranno dei progetti relativi al calcio femminile?

Invernizzi: “Il calcio femminile è ormai una parte integrante del nostro settore, da 5- 6 anni è cresciuto molto, stiamo studiando per farlo camminare con i propri passi“.

Ci sono molti spezzini nella prima squadra provenienti dal vivaio, andrete avanti con quest'idea?

Invernizzi : “Sicuramente Spezia è un territorio importante, da esterno questa cosa la notavo, dobbiamo dare anche molta attenzione al convitto aiutando i ragazzi che vengono da fuori“.

Perchè ha scelto Bonacina?

Invernizzi: “Io e Valter ci conosciamo da tempo, entrambi eravamo simili nel ruolo, ci siamo sempre incontrati come avversari, veniamo dalla stessa scuola ossia l'Atalanta, ha sulle spalle molti campionati primavera, ci sono due allenatori, quello che sfrutta la primavera per prendere il volo e chi come Valter che preferisce restare in questa categoria per completare il percorso di crescita dei giovani“.

Mister quali sono i suoi principali obbiettivi per questa nuova esperienza?

Bonacina: “Sono venuto non tanto per vincere ma per far promuovere almeno 4-5 giocatori in prima squadra, per me è più importante di qualsiasi trofeo personale, è chiaro che il settore giovanile sia cambiato e si punti a scimmiottare i grandi ma dobbiamo mantenere il vero obbiettivo di una primavera.

Direttore lei ha in mente un chiaro organigramma?

Invernizzi: “La cosa più intelligente da fare è partire con quelli che hanno gia esperienza e di non azzerare tutto, ci sono già valori importanti, porteremo Beppe vecchio che è una figura capace nella valorizzazione delle risorse interne, molto probabilmente porterò un allenatore per l'under 16 che avevo alla Sampdoria di cui al momento non posso fare nome, in generale cercheremo di valorizzare tutto il patrimonio umano esistente“.

Mister ha lavorato per tanti anni nel settore giovanile dell'Atalanta come valuta  a pellequello dello spezia?

Bonacina: “Mi ricordo quando sono venuto giocare al torneo di Viareggio  ero particolarmente rimasto a bocca aperta dalla struttura, qua ha allenato Fabio Gallo, mio compagno all'Atalanta e mi ha sempre parlato benissimo di questa società “.

Direttore come ha cambiato il vostro lavoro l'ermegenza del COVID-19?

Invernizzi : “ Sicuramente è un anno zero di ripartenza ci poniamo l'obiettivo di essere presentabili entro un mese, anche Gennaio sarà molto importante per aggiustare il poco tempo che abbiamo avuto a disposizione. Il Covid è un problema di responsabilità sopratutto per i ragazzi e le loro famiglie, sopratutto per i nonni, purtroppo ci potrebbero essere anche delle limitazioni per i ragazzi provenienti dal convitto“ .

Mister ci spieghi la sua idea principale di gioco

Bonacina: “L'idea principale è di fare giocare la pallla a terra, i giocatori devono prendere più cofidenza possibile con il pallone. Ma la mia missione principale è farli crescere sotto l'aspetto caratteriale“.

Mister si è sentito con Fabio Gallo ?

Bonacina: “Non ne abbiamo ancora parlato, ma ci sentiremo “.

Ci sara la ricerca di utilizzare il solito modulo della prima squadra?

Bonacina: “No non mi è stato richiesto, io parto solo da dei concetti per poter far maturare i ragazzi il più possibile“.

Le hanno chiesto qualosa in partiolare come obbiettivo?

Bonacina: “La società mi ha messo a proprio agio e non mi ha detto di vincere il campionato ma bensi di costruire“ .

UFFICIALE - Cagliari, nuovo allenatore per la Primavera rossoblu
Parma, buon test per la Primavera contro la Vigor Carpaneto